• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.789 visite

Rischio infarto, il cuore di mamma conta più di papà

L’ereditarietà  dalla madre influisce di più rispetto a quella dal ramo paterno

Il rischio di infarto ha una regola: la familiarità intesa nel senso della presenza in famiglia di qualcuno , un padre, una madre, un nonno , una nonna che ha subito un infarto, peggio ancora se ne è rimasto vittima.

Ebbene, anche nella familiarità esiste una gerarchia. Come dire che il rischio che ci colga un infarto non è lo stesso se ad averne sofferto è   papà o mamma.

Infatti se è la mamma a soffrire di malattie delle coronarie, si raddoppia il rischio che il figlio soffra anche lui della stessa patologia. Se  invece è il padre a soffrire di problemi cardiocircolatori, il rischio è minore.

A certificarlo è  un’ indagine  condotta dal Karolinska Instituet center for family medicine e presentata alla conferenza stampa sulle malattie cardiovascolari dell´American medical association che si è tenuta a New York.

Ma quanto è grave in Italia il rischio?

 

Sai riconoscere l’infarto? Scoprilo con IL TEST

 

 

I numeri dell’infarto  in Italia

Le malattie cardiocircolatorie sono le principali cause di morte mel mondo ed anche in Italia. I cardiologi confermano che sono importantissimi  i primi momenti dall’attacco cardiaco.  Infatti,  ogni anno, solo nel nostro paese, oltre 150 mila persone vengono colpite da un infarto e  di queste si stima che il 16%, circa 25 mila, muoiano prima di arrivare in ospedale, mentre 130 mila vengono ricoverate, di cui 50 mila per un secondo episodio.

Si è calcolato che per chi è al primo attacco e viene ricoverato in un’unità di terapia intensiva coronarica il tasso di mortalità è pari al 3%, fra le più basse d’Europa, ma per chi è al secondo questa probabilità raddoppi.

 

Leggi anche: Ti piacciono le salsicce? Occhio a infarto e diabete

 

 

Perchè  il rischio aumenta se mamma è cardiopatica

 

Nello studio del Karolinska Instituets , si è arrivato a identificare il rischio di  familiarità da parte materna……….

 

(segue)

 

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}