• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.305 visite

Il linguaggio dei gesti – dare la mano toccando la spalla dell’altro

Il gesto enfatizza il rapporto tra due persone che hanno una relazione non paritetica

dare la mano toccando la spalla dell'altro

Come viene eseguito

Mentre una mano si allunga con slancio a stringere quella di chi ci sta di fronte, l’altra sembra trattenerlo, appoggiandosi alla sua spalla. In alcuni casi la spalla viene stretta con forza, quasi a rimarcare il gesto che viene compiuto.

Quando possiamo osservarlo

Si può vedere di frequente tra due persone che non sono di pari livello: potrebbero essere un anziano e un giovane che appartengono alla stessa famiglia. Si trova molto più frequentemente al momento del commiato, piuttosto che all’incontro. Il gesto è spesso accompagnato da un sorriso caldo e autentico.

Che cosa significa

Il gesto enfatizza il rapporto tra due persone che hanno una relazione non paritetica: chi stringe la mano, toccando e stringendo nel contempo la spalla dell’interlocutore, si pone in una posizione di superiorità. Attenzione però a non fraintendere: non è un gesto di supponenza, ma esprime l’affetto in senso paternalistico.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}