• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

466 visite

Il bambino balbetta? Le 10 cose che devono fare e non fare i genitori

Quando il bambino balbetta possono verificarsi almeno due situazioni : se ha meno di 3 anni e la balbuzie interviene improvvisamente dopo che il piccolo ha iniziato a parlare; e se invece ha più di tre anni , sta quasi per andare in prima elementare ed è una caratteristica si è svelata fin dall’inizio ed è andata progredendo.

Nel primo caso potrebbe trattarsi di una situazione fisiologica, presente prevalentemente nei primi anni di vita nel 10 % dei bambini, all’inizio dell’età in cui solitamente si comincia a parlare e la velocità del cervello progredisce più rapidamente dell’abilità della lingua di seguirlo; nel secondo potrebbe trattarsi di un disturbo del linguaggio e ne è affetto il 3% della popolazione infantile.

Per capire in quale delle due situazioni si trova il bambino, potrebbe essere utile leggere la trattazione che ne hanno fatto Stefano Vicari e Floriana Costanzo due medici specialisti in materia e che collaborano con l’Ospedale pediatrico Bambin GesA? di Roma.

 
Che cos’A? la balbuzie
Intanto cominciamo con il definire la balbuzie o, come lo definiscono i due medici, il disturbo della fluenza verbale. Si tratta di un disturbo del linguaggio caratterizzato da alterazioni del ritmo della parola, dette disfluenze, in cui il linguaggio diventa meno fluente e difficoltoso a causa di arresti, ripetizioni e/o prolungamenti involontari di un suono. Ne soffrono i bambini in età prescolare, in prevalenza maschi.

 

Leggi anche: Come affrontare l’educazione con un bambino balbuziente

 

Non sempre si tratta di balbuzie

Le mamme perA?, non devono preoccuparsi subito appena il fenomeno si manifesta perchè
prolungamenti o ripetizioni delle parole non sempre sono indici di balbuzie. A volte il bambino di età inferiore a quattro anni parla, riesce a farsi capire, ma il suo discorso è interrotto da esitazioni, ripetizioni o prolungamenti di sillabe che a questa età è una balbuzie fisiologica, del tutto normale, riguarda circa il 10% dei bimbi e di solito si risolve spontaneamente.

 

 

Leggi anche: Il bambino balbetta, ecco quando non àdevi preoccuparti

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}