• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.418 visite

I politici? Quelli in sovrappeso più amati dagli elettori

Gli elettori preferiscono i politici in sovrappeso e con la pancia, mentre alle donne richiedono sempre un fisico da Velina. Ecco perchè.

I politici? Se chiedete loro qual è lo sforzo maggiore che sono costretti a sostenere per guadagnare voti, vi diranno  certamente che il sacrificio n.1 è quello di dimagrire. E  poi mostrare un fisico scattante,emblema di efficienza, attivismo e proattività.

Ed invece uno studio dell’Università del Missouri, pubblicato di recente, potrebbe cambiare l’intera prospettiva. E  forse dare una mano miracolosamente inaspettata ai tanti sacrifici dei politici nostrani, inducendoli ad avere meno sensi di colpa a tavola o sulla bilancia. E, nel caso delle elezioni amministrative del 2016, fornire una chiave di lettura in più alla sconfitta elettorale bruciante subita da alcuni politici di lungo corso. Come Piero Fassino per esempio, alle elezioni a sindaco di Torino, magrissimo fin dalla nascita.

 

Perchè?

Perchè lo studio dell´Università del Missouri (negli Usa), pubblicato sulla rivista scientifica “Obesity”, ha dimostrato come gli elettori tendano a preferire i  politici di sesso maschile in sovrappeso, che ispirano più onestà ed affidabilità, rispetto  a quelli magri che probabilmente lasciano aperte suggestioni diverse.

Ciò che per esempio per Piero Fassino certamente non accade. Mentre la circostanza che non vale invece per le donne in politica, cui viene richiesto sempre e comunque un fisico slanciato, magro  e sia pure con le forme al punto giusto; circostanza che appare presente  nelle due nuove sindachesse del movimento Cinque Stelle, elette  alla guida dei comuni di Roma, Virginia Raggi, e di Torino, Chiara Appendino”.

 

 

Più peso uguale affidabilità e onestà
I ricercatori statunitensi hanno scoperto che le persone associano ai politici uomo grassi caratteristiche come affidabilità e onestà.

Le stesse che susciterebbero le donne che hanno invece una linea più snella. L´elettore infatti guarderebbe anche all´aspetto fisico per valutare il grado di stress che un politico è in grado di affrontare.
La ricerca è stata condotta negli Stati Uniti, ma si pensa che i risultati possano valere anche per tutte le altre società occidentali che hanno simili stereotipi circa l´aspetto.

“L´aspetto fisico – ha spiegato Elizabeth Miller, una delle ricercatrici dello studio – può avere un ruolo più importante di quello che i candidati pensano”.

 

 

Lo studio
Lo studio ha coinvolto 10 volontari, 75 dei quali erano donne invitati a valutare il profilo di alcuni candidati politici. I candidati grassi sono quelli che hanno ricevuto punteggi più elevati nelle seguenti voci: competenze, affidabilità, onestà, capacità di programmare ed eseguire. Le candidate donne in sovrappeso, invece, hanno avuto punteggi bassi rispetto sia agli uomini che alle donne snelle.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}