• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.129 visite

I cibi che possono fermare il tempo

I cibi che possono fermare il tempo

Il ministero dell´agricoltura Usa insieme con l´università  di Boston ha compilato la classifica ideale dei cibi più capaci di rallentare la corsa verso l´invecchiamento. Ecco chi occupa i gradini più alti del podio: al primo posto, l´uva nera, al secondo i mirtilli, al terzo il cavolo. Tutti alimenti che hanno un´altissima quantità  di antiossidanti, le sostanze che contrastano i radicali liberi (le "scorie" prodotte dall´organismo).
All´uva nera spetta la medaglia d´oro perché buccia e semi contengono tanti polifenoli (antiossidanti per eccellenza) e perché la polpa è ricca di sali minerali (che favoriscono l´eliminazione delle scorie). Livelli di eccellenza anche per il cavolo, grazie a un mix di vitamina C, antiossidanti e aminoacidi, che rinforza le difese immunitarie, previene diverse malattie gravi e ha un´azione depurativa. Gli spinaci fanno benissimo alla vista, le barbabietole proteggono l´apparato urinario e quello cardiovascolare. Efficacia salvacuore anche per le more, che in più contribuiscono a difendere l´organismo dalle infezioni.

Le prugne secche sono ricchissime di antiossidanti, il pompelmo contiene tanto licopene (tra i più importanti protettori della prostata) e dosi di vitamina C inferiori solo al kiwi e all´arancia. Una sostanza contenuta nelle fragole molto fresche (l´acido ellagico) ha addirittura proprietà  antitumore. L´arancia deve la sua meritata fama di cibo che fa restare giovani soprattutto alla vitamina C.
Una tazza al giorno di mirtilli aiuta a contrastare i sintomi della menopausa, rallenta l´invecchiamento della pelle, cura le infezioni delle vie urinarie e protegge la retina. E può prevenire l´Alzheimer.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}