• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.530 visite

Hydrospinning – Come si svolge una lezione

Dopo una fase di riscaldamento, della durata di circa 10 minuti, si inizia con la lezione vera e propria che si basa, soprattutto, sul cambio di andature

Hydrospinning - Come si svolge una lezione

L’hydrospinning  o hydro-bike è una delle più recenti attività di fitness, molto in voga soprattutto tra le donne, che consiste nel pedalare su una cyclette in acqua.

Studiato come  attività di fitness da svolgere in piscina, combina l’effetto atletico e muscolare della pedalata sulla cyclette a quello massoterapico rilassante dell’acqua; diventa così  praticamente anche un idromassaggio sotto sforzo.

Inoltre, a tutto cviò si aggiunge l’effetto ludico del ritmo, perché l’hydrospinning si svolge al suono della musica tipida degli esercizi di fitness e, a seconda degli istruttori, combina anche movimento delle braccia.

In sintesi si tratta di un vero e proprio divertimento atletico a ritmo di musica che produce ottimi risultati per la forma fisica e produce evidenti benefici circolatori.

 

Come si svolge una lezione di Hydrospinning

Il presupposto essenziale è  iniziare avendo ben presente l’equipaggiamento adatto e quello da evitare.

Dopo una fase di riscaldamento, della durata di circa 10 minuti, si inizia con la lezione vera e propria che si basa, soprattutto, sul cambio di andature.

Si passa dal “ruscello”, andatura base, con velocità bassa, in cui si è seduti sulla bike con le mani in posizione uno, ovvero con i pollici vicini e le braccia rilassate, alla “rapida”, pedalata più veloce in posizione due, con gli atleti ancora seduti sulle loro bike ma con le braccia parallele e più divaricate, per arrivare a calvacare l’”onda“, passando nella posizione tre, in piedi sulla bike, con il busto inclinato e le braccia piegate.

La pedalata all’indietro, detta anche “controcorrente”, si alterna a seconda delle posizioni e delle andature.

La fase centrale della lezione, che dura circa 30 minuti, può prevedere anche lavori con attrezzi acquatici, come l’acquasculp, speciale manubrio dotato di ventose per sfruttare appieno la resistenza dell’acqua, o esercizi da fare in coppia.

I lavori a due sono molto divertenti e riscuotono davvero un grande successo di pubblico; con due persone per ogni hydrobike, ad esempio, è possibile che mentre una resta seduta sul sellino per fare lavoro di interno ed esterno cosce, togliendo i piedi dai pedali e slanciando le gambe, la seconda – di fronte alla bike – può utilizzare il manubrio per far lavorare gli addominali come fissatori.

La lezione si conclude con un defaticamento di almeno 10 minuti, caratterizzata da un’andatura più lenta, e da una fase di stretching.

Leggi anche
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}