• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

6.786 visite

“Ho sempre ragione io” Come riconoscere l’arrivista-narciso

Le 7 regole per riconoscere ed affrontare l’arrivista-narciso, un tipo di persona che non manca mai al lavoro e fra gli amici

Chi non ha mai incontrato un arrivista (uomo), o  una arrivista ( donna) alzi la mano.

Sarete in pochi perchè il profilo psicologico di persone come queste è molto diffuso e negli ultimi anni si è moltiplicato al punto tale che la medicina e la psichiatria comincia a studiarne le cause.

E si scopre così che l’arrivismo è l’altra faccia  del narcisismo, sicchè descrivere l’uno è come descrivere l’altro.

 

Leggi anche: 4 motivi per non amare un narcisista

 

I narcisisti sono raddoppiati in 30 anni

Secondo una ricerca pubblicata da Jean Twenge, psicologa della San Diego Yale University il fenomeno narcisistico è esploso negli ultimi trent’anni passando dal 15% al 30% nei ragazzi.
La ragione, seocndo la psicologa è da ricercare nell’educazione troppo permissiva dei genitori e nell’esplosione della cosiddetta dittatura dei media, soprattutto  televisione ed ora anche internet, che hanno creato rapide ed a volte facili e non seopre solide celebrità, esaltando l’ego e la eccessiva consapevolezza  ed autostima nelle persone e creando pericolose derive emulative.[correlata2]
Non a caso il fenomeno è esploso nei giovani che sono notoriamente personalità  in evoluzione più sensibili al fascino di queste figure “sopra le righe”. E non a caso è proprio dai reality show (per i giovani) e  dai talk show (per adulti e giovani) che vengono i rischi emulativi maggiori e la maggior frequenza di narcisi.

 

Leggi anche: Tutti i disturbi della personalità che puoi anche non riconoscere

 

Come riconoscere l’arrivista

Questo tipo di persona appartiene alla categoria dei narcisisti dalla pelle “dura”: è ultradeciso, seleziona molto le amicizie e, nei casi più gravi, considera le persone che le stanno attorno solo come uno strumento.
Alcuni narcisisti di questo tipo non esitano a comportarsi in modo scorretto per tagliare i traguardi che si sono prefissati.
Se vi ritrovate in questa descrizione, sappiate che non è facile uscire da questa situazione, che spesso coincide con un certo disagio. Il punto di rottura potrebbe giungere nel momento in cui, per una volta, il narcisista senza scrupoli riuscisse a mettersi nei panni delle persone che ha trattato male.

Quanto alle persone che si ritrovano a frequentare questo tipo di narcisista-arrivista, devono mettere in conto di soffrire, anche tanto. Ecco perché, specie nei casi più delicati, è meglio addirittura tagliare i rapporti.

 

 

Come riconoscere il narcisista
Bisogna distinguere tra profili di narcisismo patologici e  lievi. Per quelli patologici siamo di fronte a veri e propri disturbi della personalità. Quelli lievi o accentuati, ovvero quelli più frequenti nelle nostre frequentazioni sociali, si riconoscono sia in ciò che è attrattivo che in ciò che risulta repulsivo.
Tra gli aspetti attrattivi riconosciamo il narciso perché presenta:

  • divismo o presunto tale;
  • fascino seduttività;
  • egocentrismo;  parla molto cerca il centro della scena, attira l’attenzione;
  • esibizionismo: arriva anche  ad esasperare lo sfoggio di superiorità, verbale (il logorroico), culturale (l’intellettuale erudito) , o muscolare ( il palestrato) o nel lavoro (lo stakanovista).

Nei suoi aspetti repulsivi o meno seduttivi il narcisista è riconoscibile perché mostra:

  • disprezzo per gli altri, non ascolta i dialoghi degli altri;
  • ansia da controllo, nulla deve sfuggirgli e se il controllo manca soffre di ansia è  spesso un perfezionista ossessivo.
  • Infelicità

Il narcisista è un soggetto pericoloso nelle relazioni interpersonali ; inoltre non è una persona felice e sovrasta gli altri con questa malcelata infelicità. Ha molti tratti in comune con il cosiddetto Vampiro emotivo, profilo umano che sempre e tutto chiede e mai da.

 

Leggi anche:  Come riconoscere il “vampiro emotivo” che si sta accanto ( e forse  non lo sai)

 

 

Come affrontare narcisisti ed arrivisti
E’ difficile disinnescare il pericolo che proviene dai narcisi-arrivisti perché hanno aspetti a prima vista affascinanti ed attrattivi che trovano declinazioni diverse nell’uomo e nella donna.
Nell’uomo la sete di potere e l’ansia di primeggiare e sovrastare, se innestate in una personalità in cui l’educazione ed i principui morali sono stati sacrificati, possono sfociare nella perdisposizione alle scorciatoie border line se utili a raggiungere l’obiettivo.
Nella donna questa caratteristica, se innestate in una personalità in cui l’educazione ed i princiipui morali sono stati sacrificati, può arrivare a considerare il proprio corpo come uno dei tanti mezzi per raggiungere il potere.

 

Come difendersi dagli arrivisti-narcisisti

In un articolo pubblicato dall’Ordine degliPsicologi del Lazio sono state identificate alcune piccole ma efficaci regole da seguire per difendersi o sfuggire   agli arrivisti  narcisisti
Lo psicologo americano Les Carter ha elaborato una serie di regole per uscire indenni dal contatto con un narcisista. Eccole “tradotte e reinterpretate da Delia Duccoli, psicologa e psicoterapeuta a Milano.:
1. Immutabili. Non sperate di cambiarli. Sono convinti di avere sempre ragione, mai un’ autocritica. Devono avere l’ultima parola. Meglio lasciargliela ed ignorarli.
2. Sul lavoro, niente aspettative. Non sarete mai compresi ed apprezzati per ciò che fate, per il tempo la fatica, la dedizione. Il narcisista non se ne rende conto perché non li vede. Siete voi a doverlo dire e presidiare il vostro spazio, difendere i vostri diritti.
3. La colpa è sempre degli altri. Criticarli può avere un effetto boomerang. Piuttosto, seguite i vostri obiettivi lasciandogli la scena: sono interessati solo a quella.
4. Manipolatori. I narcisisti sfruttano la vostra capacità di empatia per ottenere il massimo. Smettete di sentirvi in debito.
5. Arrabbiatevi. Se il narcisista vi sovrasta, vi soffoca e vi arrabbiate, non reprimete la collera rimuginandoci sopra. Difendete le vostre convinzioni e siate irremovibili nelle vostre scelte.
6. Non copiateli. L’egoismo genera egoismo. Se avete un narcisista tra i vostri amici, non smascheratelo. Ma fategli capire che potete anche smettere di frequentarlo.
7. Prendete il buono che c’è in loro. In un gruppo tendono a imporre la loro volontà, ma spesso sono anche divertenti. A volte hanno buone intuizioni. L’importante è mantenere la propria capacità di giudizio.

 

Sei  troppo ambizioso o no? Scoprilo con IL TEST

 

 

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}