• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.065 visite

Hai voluto la bici? E allora… Spinning!

Lo spinning è uno sport per nulla competitivo, molto divertente, rigenerante e adatto a tutti

Hai voluto la bici? E allora... Spinning!

Ha quasi 20 anni, ormai. È americano (di Santa Monica, California) e ha rivoluzionato il modo di fare fitness in tutto il mondo. Parliamo dello spinning, un misto di sport, divertimento e filosofia di vita, sbarcato in Italia solo poco più di sei anni fa e già diventato un must per i maniaci della forma fisica.

Il suo successo dipende anche dal fatto che si tratta di uno sport per nulla competitivo, molto divertente, rigenerante e adatto a tutti. Insomma, essere superallenati non serve. Lo spinning si basa infatti su un programma di allenamento aerobico, che però si svolge su una bicicletta fissa (detta “stationary bike”) con diversi livelli di resistenza (cioè potete fare più o meno fatica a pedalare). Il risultato? L’efficienza cardiovascolare migliora parecchio e i muscoli si tonificano e si rassodano.

Ricordate però che il vero obiettivo dello spinning consiste nel migliorare la condizione psicofisica di chi lo pratica, raggiungere il giusto equilibrio tra mente e corpo e ottenere il massimo beneficio dall’attività fisica. La tecnica di pedalata a varie velocità, la concentrazione e il coinvolgimento tipici del training autogeno si fondono grazie alla musica, che scandisce la regolarità degli esercizi. Una lezione è concepita come un viaggio virtuale in bicicletta attraverso un percorso fatto di salite e discese e tratti di pianura. L’intensità (e la fatica) di una pedalata variano seguendo… il paesaggio.

Leggi anche
Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}