• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.295 visite

Guida al ristorante sano e sicuro

Cosa tenere d’occhio per non restare delusi e rimetterci la salute

Come si valuta un ristorante
A volte basta un’occhiata per capire se ne vale la pena e non rimanere delusi. Altrimenti, meglio girare sui tacchi e dirigersi verso l’uscita. Ed è quel che fanno molti italiani particolarmente attenti alla questione della pulizia, ma il punto è che non sempre si hanno gli strumenti giusti per una corretta valutazione del locale in cui mangiare.
Da un sondaggio realizzato dall’Istituto Mori con la Demoskopea, emerge che è proprio la pulizia il primo elemento che determina la scelta di un locale. Il 66% degli italiani, potendo scegliere, preferirebbe un locale con cucina a vista, in modo da poter verificare con quale cura vengono preparati i piatti (non è un caso se oggi la cucina "a vista" è diventato un must per accogliere i clienti dei locali più alla moda).
Oltre alla pulizia, passando in rassegna gli altri elementi che incidono nella valutazione di un locale, al secondo e terzo posto ci sono la pulizia del personale e l’odore dell’ambiente. L’aspetto esteriore di camerieri, cuochi e chef conta più delle stoviglie e delle posate pulite. Un italiano su due ammette che il pranzo o la cena potrebbero andare di traverso, se il personale si presentasse con divise sporche, barba incolta e capelli unti.
Altro elemento di valutazione è l’odore che ci accoglie varcata la soglia del locale. Se non è gradevole, il 19% degli italiani si dice pronto a cancellare dalla rubrica telefonica l’indirizzo di quel ristorante. I più attenti, poi, non si limitano a controllare quel che arriva sul tavolo ma scrutano con occhio indagatore i pavimenti (10%) e lo stato della toilette (13%).
Ma come capire se il ristorante che abbiamo scelto può essere considerato sano e sicuro, non soltanto dal punto di vista della qualità in cucina? Ecco, in un percorso virtuale che va dall’ingresso alla toilette, quali elementi considerare con la massima attenzione.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}