• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

624 visite

Grissini, crackers & Co.: ecco i consigli per chi è a dieta

Tutto quello che devi sapere su grissini, crackers e crostini dorati: pregi e difetti, composizione nutrizionale,come e quanto mangiarne, per non ingrassare senza accorgersene.

Crackers, grissini e crostini dorati sono una tentazione alla quale facciamo fatica a resistere. Vuoi per le dimensioni ridotte, vuoi perchè offerti in confezioni facili da portarsi dietro, vengono considerati più adatti alla dieta rispetto al pane.

Ma è davvero così?

Non è così. I prodotti da forno hanno caratteristiche nutrizionali simili al pane, ma a parità di peso contengono più amido e forniscono più calorie, soprattutto per la presenza di grasso, per lo più di origine animale (come lo strutto).

Ma allora dobbiamo bandirli dalla nostra tavola?

Non necessariamente. A patto, perA?, che si controlli la tabella nutrizionale sull’etichetta per verificarne le calorie. E che si mangino solo di tanto in tanto, senza abusarne.

 

Sai come curarti con il pane? Scoprilo con IL TEST

 

 

Crackers, più calorie e più grassi del pane

Nell’impasto ci sono sfarinati di grano, sale, acqua, grassi e zucchero. Già da questo elenco di ingredienti si intuisce che non sono prodotti tanto leggeri come spesso si è portati a credere.

I crackers si ottengono con una tecnologia analoga a quella con cui si produce il pane, unica differenza è la lievitazione più lunga.

Un cracker contiene: 107 calorie, 2,4 g di proteine, 3,5 di grassi e 20 g di zuccheri.

I PREGI.

Grazie alla loro friabilità e alla buona digeribilità sono indicati per chi ha problemi di masticazione oppure difficoltà di digestione.

I DIFETTI. A parità di peso hanno più calorie e una maggiore quantità di grassi rispetto al pane. Un pacchetto da 25 g fornisce 107 calorie.

 

Leggi anche: Dieta fai da te? Gli 8 errori da non fare

 

Grissini: digeribili, ma molto calorici

Tra gli ingredienti ci sono farina di grano, tenero, acqua e lievito ed eventualmente sale. A questo impasto possono venire aggiunti anche àspezie eàaromi come origano, olive, sesamo.

Il problema è che oltre agli aromi vengono inseriti dei grassi per accrescerne la friabilità.

Dal punto di vista nutrizionale 1 grissino contiene: 108 calorie, 0,8 g di proteine, 3,5 g di grassi e 17,1 g di zuccheri.

I PREGI. Sono facilmente digeribili perchè non hanno mollica e per il tipo di ottura utilizzata.

I DIFETTI. Rispetto al pane, sono più calorici.

 

Leggi anche: Il Pane, bianco o àintegrale? Guida alla scelta del pane giusto per teà

 

Crostini dorati e panetti, occhio a sale e grassi (segue….)

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}