• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

787 visite

Gravidanza: lo stile di vita della mamma “plasma” il figlio fino a 50 anni

Le abitudini quotidiane della mamma, prima e durante la gravidanza, possono incidere sullo stato di salute del nascituro. Non solo nei primi mesi di vita, ma addirittura fino a 50 anni.

Le abitudini quotidiane della mamma in gravidanza ma anche primaà della gravidanza, possono incidere sullo stato di salute del nascituro. Non solo nei primi mesi di vita, ma addirittura fino a 50 anni.

Lo rivela un’àquipe di ricercatori inglesi secondo i quali il feto riceve dal sangue della madre le informazioni sul mondo che lo attende e il suo organismo si regola di conseguenza.

 

Leggi anche: Gravidanza, incinta in aereo fino a quando si può

 

Se, ad esempio, nel sangue materno ci sono molti zuccheri, capirà che è destinato a vivere in un ambiente ricco di carboidrati e di nutrienti.

Se ce ne sono pochi, saprà che quando nascerà troverà “carestia .

Se cA?A? poco ossigeno, immaginerà di nascere ad alta quota;

Se c’è molto cortisolo, l’ormone dello stress, si preparerà a un ambiente pericoloso.
Ma le informazioni potrebbero anche essere sbagliate: tanto zucchero nel sangue può dipendere dal diabete nella mamma, gli scarsi nutrienti potrebbero invece derivare da un eccesso di attività fisica o da una dieta esagerata e il cortisolo da un ambiente lavorativo troppo competitivo o da relazioni di coppia turbolente.

 

Leggi anche: Dieta in gravidanza, tutti gli errori più comuni

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}