• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.732 visite

Grattarsi le caviglie è come il sesso

Provoca una sensazione di piacere molto simile a quella provocata dall’orgasmo

Ci sono sensazioni che sono capaci di suscitare emozioni e piaceri molto simili, se non proprio identici, a quelli provocati dal sesso. Pensateci un attimo, non è un´esagerazione: se vi chiedessero di indicarne qualcuna, una buona risposte potrebbe essere – ad esempio – quella associata al buon cibo. Il fatto è che un´équipe di ricercatori statunitensi ne ha individuata un´altra, molto sorprendente. Qual è? Tenetevi forte: quella generata dall´atto di grattarsi le caviglie.

Lo studio
Avete letto bene: grattarsi le caviglie può essere piacevole proprio come fare sesso. Lo assicura un team di studiosi della Wake Forest School of Medicine nel North Carolina. Nello studio, pubblicato sulla rivista scientifica "British Journal of Dermatology", ad alcuni volontari sani è stato provocato un forte prurito su caviglia, avambraccio e schiena, strofinando queste parti con una pianta dotata di piccoli peli irritanti. Per cinque minuti dopo questa "tortura", i partecipanti all´esperimento non potevano grattarsi, ma dovevano registrare l´intensità di prurito registrato in ogni punto. Poi, una volta liberi di toccarsi, i volontari dovevano dare un punteggio da uno a dieci per indicare quanto fosse stata piacevole la grattatina.
Così i ricercatori hanno scoperto che, se alleviare un prurito sulla schiena è uno dei piaceri della vita, concentrarsi sulle caviglie regala la massima soddisfazione. Un piacere che è paragonabile a quello sessuale.

Meglio della schiena
Una scoperta interessante, ha commentato Francis McGlone dell´International Forum for the Study of Itch. Secondo McGlone, infatti, ormai la caviglia ha surclassato la schiena, nota fino ad ora per essere il punto più piacevole da grattare. Una trasformazione che, secondo i ricercatori, sarebbe frutto delle nuove abitudini in fatto di abbigliamento e calzature, che rendono l´area più soggetta a graffi e a punture di insetti.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}