• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

9.342 visite

Lato B, come rassodare il sedere con 4 esercizi

Rassodare il sedere è l’ossessione della maggior parte delle donne. Ecco 3 raccomandazioni e 4 esercizi da fare in casa per avere un sedere quasi perfetto. Comincia così…

Lato B, come rassodare il sedere con 4 esercizi

Se è vero che in un caso su 2 gli occhi di un uomo vanno sul  “Lato B” ovvero sul sedere della donna, è abbastanza chiaro perché rassodare il sedere è l’ossessione della maggior parte delle donne.

Ed allora,  che fare?

C’è chi dice che una full immersion in palestra o il ricorso al chirurgo estetico siano inutili perché il sedere perfetto, cioè sodo e “alla brasiliana”,sarebbe purtroppo soltanto una questione ereditaria.

C’è del vero ma non sempre e non dappertutto.   Perchè se c’è un muscolo che reagisce positivamente alle cure, dai 15 ai 70 anni, questo è proprio il gluteo che con  l’attività giusta può essere alzato, rassodato. L’importante è agire in modo mirato e corretto.

 

L’ossessione del sedere perfetto

Difficile spiegare il fenomeno ma negli ultimi anni  le attenzioni e le cure dedicate al  Lato B sono fortemente in aumento nel mondo.

Negli Usa, secondo i dati Asops nel 2014 gli interventi chirurgici sui glutei di gluteoplastica additiva sono aumentati dell’80%, quasi esclusivamente su donne dai 5 ai 50 anni d’età e per motivi estetici.

In Italia secondo i dati Aicpe gli interventi chirurgici sono addirittura raddoppiati.

Ma il ricorso alla chirurgia dev’essere l’ultima spiaggia per un gluteo che proprio nonne vuol sapere di rassodarsi. Cosa invece non solo possibile ma anzi certa e si fanno gli esercizi giusti.

 

Leggi anche: Fitness: gli esercizi in casa che migliorano il Lato B

 

Quali esercizi per rassodare il sedere
Cominciamo allora da 4 regole di base, seguendo le quali gettiamo le basi per migliorare decisamente aspetto e salute dei glutei:

  • evita diete drastiche, perché dimagrire troppo in fretta – oltre che fare male alla salute – rende cadente la pelle delle natiche, dunque peggiora la situazione;
  • mangia tanta frutta e verdura di stagione;
  • evita i cibi ricchi di amidi, come le patate;
  • elimina l’alcol, che facilita la ritenzione idrica, causa numero uno di cellulite e pelle a buccia di arancia.

Ci sono poi esercizi mirati che possono fare molto per aiutare i glutei. Eccoli nel dettaglio, suddivisi in funzione della zona su cui vogliamo intervenire.

 

Leggi anche: Fitness: come evitare che lei si imbarazzi in pubblico

 

1) Per la parte alta dei glutei
Se volete “alzare” e rinforzare i glutei, rendendoli più rotondi, l’esercizio che fa al caso vostro si chiama “squat” (in inglese, accovacciarsi). Consiste in questo: in piedi, con le gambe divaricate alla larghezza delle spalle, punte dei piedi appena rivolte verso l’esterno, piegatevi lentamente sulle gambe (contraendo gli addominali) come se vi doveste sedere. Raggiungete un angolo di 90 gradi col terreno, quindi tornate su. Ripetete 10 volte.

2) Per allenare tutto il muscolo
Se volete invece tonificare l’intero gluteo, dovrete piegare il ginocchio ripetutamente, in modo da sfruttare il movimento della contrazione e della conseguente estensione. Fate così: distesi in terra sul fianco sinistro con le gambe tese, portate il ginocchio della gamba destra verso il petto. Quindi, distendetelo fino a tornare nella posizione di partenza. Ripetete 10 volte, cercando di mantenere un ritmo (aiutatevi con della musica, se necessario). Poi cambiate lato.

3) Per allenare anche l’interno coscia
Se avete problemi alle articolazioni, evitate di fare questo esercizio. Altrimenti, ricordatevi che… inginocchiarsi aiuta a rassodare i glutei. In piedi, un piede avanti e l’altro indietro: piegare il ginocchio anteriore ad angolo retto come per genuflettersi, fino a toccare con terra con il ginocchio della gamba posteriore. Quindi tornate in piedi. Dieci ripetizioni.

4) Per ottenere risultati ancora più rapidi
Questo esercizio punta tutto sul lavoro delle gambe: più a lungo mantenete la posizione sollevata, migliori saranno i risultati. Sdraiati in terra pancia in giù, sollevate il più possibile la gamba sinistra mantenendola tesa. Restate in questa posizioni 5 secondi, poi tornate lentamente a terra. Passate alla gamba destra. Dieci ripetizioni per gamba. Per potenziare il risultato: alzate tutte e due le gambe tenendole unite, divaricatele, riunitele e tornate alla posizione di partenza.

 

 

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}