• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.942 visite

Gli stiramenti

Lo stiramento è uno dei problemi più diffusi e frequenti tra gli sportivi

Stiramenti

In gergo medico si parla di “elongazioni muscolari”. Lo stiramento è uno dei problemi più diffusi e frequenti tra gli sportivi: si verificano quando le fibre muscolari vengono sottoposte a un eccessivo allungamento. Le cause più tipiche sono la mancanza di riscaldamento, una preparazione fisica non all´altezza, movimenti repentini e violenti, problemi alle articolazioni, squilibri posturali e muscolari, mancanza di coordinazione, condizioni ambientali non favorevoli (troppo freddo, troppa umidità, ecc.), microtraumi ripetuti, abbigliamento e scarpe inadeguate, scarso recupero dopo uno sforzo atletico precedente.
Lo stiramento si riconosce da un dolore acuto e improvviso, seguito da uno spasmo muscolare. Tuttavia in molti casi il dolore è sopportabile e normalmente non impedisce il proseguimento dell´attività.

 

Stiramenti – Che cosa fare
Anzitutto immobilizzare la parte, quindi applicare un impacco freddo (borsa del ghiaccio o spray) e comprimere la parte con un bendaggio per ridurre l´emorragia e le sollecitazioni meccaniche sulla struttura lesa.
Il riposo è l´unica terapia davvero efficace. L´osservanza di un periodo di stop compreso tra 2 e 3 settimane è fondamentale per scongiurare il rischio di recidive.

Stiramenti – Che cosa non fare
Continuando la pratica sportiva aumenta notevolmente il rischio di aggravare la situazione (e arrivare magari a uno strappo muscolare) per cui si consiglia di fermarsi il prima possibile, anche se il dolore avvertito è di lieve entità. Evitare anche lo stretching, che potrebbe ulteriormente complicare le cose.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}