• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

682 visite

Gli esami per individuare l’infertilità

I test necessari per verificare la propria fertilità

Gli esami per individuare l'infertilità

Quando ci si accorge di non riuscire ad avere un bambino, è fondamentale che la donna si rivolga a uno specialista in ginecologia o a un centro di riproduzione assistita.
Per la diagnosi il medico avrà bisogno di avere un quadro preciso della paziente che dovrà sottoporsi prima di tutto a un esame obiettivo manuale e successivamente a esami di tipo ormonale e ovulatorio.
Dopo avere definito i valori di queste indagini il medico potrà sottoporre la donna a due test: quello del muco cervicale (“mucus cervical score”) e quello post-coito (“post coital test”). Il muco a metà del ciclo si dovrebbe presentare filamentoso, chiaro e abbondante. La presenza di muco scadente, durante l’esame del muco cervicale costituisce una barriera al passaggio degli spermatozoi.
Nel secondo test, che viene eseguito in fase ovulatoria, si possono ottenere informazioni sulla recettività del muco cervicale e sulla capacità degli spermatozoi di raggiungere e sopravvivere nel muco. Il rapporto muco/spermatozoi viene valutato attraverso la conta e la motilità degli spermatozoi presenti a livello vaginale e cervicale.
Durante la fase di indagine sulle ragioni della sterilità verrà anche effettuato il dosaggio di ormoni specifici: prolattina, gonadotropina e ormoni tiroidei.
Il medico potrà prescrivere altri esami di valutazione come l’isteroscopia, l’isterosonografia, la laparoscopia (consente la visione diretta delle ovaie, delle tube e della superficie esterna dell’utero attraverso una piccola incisione praticata nell’ombelico). Infine, la mappa cromosomica.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}