• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

486 visite

Freddo e farmaci, tutte le malattie che si aggravano a basse temperature

Le basse temperature influiscono sull’efficacia di certe medicine. Scopriamo quali

Il freddo intenso può essere un serio nemico di quei malati in cura con farmaci che alterano la termoregolazione dellA?organismo.

Il rischio principale? Soprattutto lA?ipotermia. Per questi pazienti – che seguono in genere terapie psichiatriche, neurologiche, ma anche cure per tenere sotto controllo la pressione – con lA?arrivo di temperature al di sotto della media stagionale anche i trattamenti vanno riadattati, analizzando il problema caso per caso con lA?aiuto del medico di fiducia. Il consiglio arriva dallA?Agenzia francese del farmaco (Afssaps) che ha diffuso un documento sul tema.

 

Leggi anche:à PerchA? l”emicrania aumenta con il freddo

 

Gli esperti sottolineano che in questi casi non possono esserci regole generali, ma si deve tener conto che per alcune categorie di farmaci esistono rischi. Ecco quali:

  • I medicinali che possono aggravare lA?ipotermia alterando la termoregolazione centrale sono i neurolettici, i barbiturici e le benzodiazipine. Mentre peggiorano lA?ipotremia alterando la termoregolazione periferica, perchè limitano la risposta vasocostrittrice, certi antidepressivi e tutti i vasodilatatori;
  • possono indurre direttamente lA?ipotermia, invece, alcuni neurolettici;
  • il freddo, inoltre, riduce lA?assorbimento dei principi attivi somministrati con cerotti o per via sottocutanea;
  • sedativi e benzodiazipine, invece, possono indirettamente aggravare gli effetti delle basse temperature riducendo la vigilanza rispetto alla sensazione di freddo.

 

PiA? a rischio gli anziani, che spesso usano diversi medicinali , ma anche le persone che lavorano allA?aria aperta e i senzatetto.

Tra i malati, particolare attenzione deve essere riservata ai pazienti con malattie cardiovascolari, respiratorie, della tiroide , malattie neuropsichiatriche, persone con postumi di traumi e paralisi.

Importante, inoltre, la buona conservazione e il buon uso, da parte dei diabetici, di lettori della glicemia e dei loro reattivi quando le temperature sono particolarmente rigide.

 

Sai difenderti dal freddo a tavola? Scoprilo con IL TEST

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}