• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

6.931 visite

Fragole o ciliegie: cosa è meglio per la dieta?

Tutti i benefici (e le controindicazioni) delle fragole e delle ciliegie: depurative e salvacuore, dietetiche e capaci di dare lo sprint giusto. Tanta acqua, pochissime calorie. E l’organismo ringrazia.

Non più di 20 ciliegie al giorno

La quantità ideale è 150 g circa (pari a una ventina di ciliegie): se si esagera, la glicemia sale (sono ricche di zuccheri) e si rischiano fastidiosi gonfiori addominali perché gli zuccheri fermentano prima nello stomaco e poi nell’intestino. Ecco perché è sempre meglio non mangiarle subito dopo il pasto.

 

Leggi anche: Le verdure anti-gonfiore

 

Altre proprietà delle ciliegie? Contribuiscono a tenere pulite le arterie, regolarizzano l’intestino, contrastano la formazione di radicali liberi (le scorie prodotte naturalmente dal nostro organismo) e rallentano quindi l’invecchiamento.

Sono anche depurative, disintossicanti e antisettiche. E la notevole quantità di acqua che contengono – l’86% – ne fa un ottimo diuretico naturale. Poche calorie (38 per 100 g), sono perfette anche per chi è a dieta.

 

Fragole: antietà, salvacuore e amiche della bilancia

Tra i frutti in assoluto più ricchi di vitamina C (che le rende ottime per la prevenzione dell’influenza stagionale e dei raffreddori, ma anche ottimi aiuti per garantirsi un’abbronzatura da favola), le fragole sono perfette per essere inserite in qualunque dieta: costituite al 90% di acqua, apportano pochissime calorie (ancora meno delle ciliegie: solo 30 ogni 100 g) e non contengono grassi saturi, colesterolo o sodio.

Le proprietà benefiche per l’organismo sono le più varie: sono in grado di proteggere il colon; una sostanza (l´acido ellagico) che contengono quando sono molto fresche ha addirittura proprietà antitumore; apportano anche una buona dose di calcio, indispensabile per prevenire l’osteoporosi e rispondere alla naturale esigenza di questo minerale da parte dell’organismo.

 

Leggi anche: La longevità non è più un segreto

 

Ma soprattutto, la fragola è un potente antietà: grazie alla notevole quantità di antiossidanti, può contribuire a rallentare il tempo che passa, contrastando la produzione di radicali liberi.

Certo, nei soggetti più sensibili – o già allergici – possono accentuare reazioni: sotto forma di allergie “crociate”, vale a dire alimentari abbinate ad allergie ai pollini(in particolare a quelli delle betulacee).

 

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}