• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.304 visite

Folgorazioni: il primo soccorso

Cosa fare in caso di forte scarica elettrica

folgorazione

La corrente elettrica, compresi i fulmini, può causare notevoli danni all’organismo: disturbi cardiaci e respiratori fmo all’arresto, crisi epilettiche, ustioni.

In caso di folgorazione la scarica elettrica può essere così forte da scaraventare l’infortunato a grande distanza, con conseguente rischio di fratture.

Ecco dunque cosa fare:

  •  anzitutto staccare la corrente, agendo sulla fonte (interruttore centrale, ecc.);
  • allontanare la vittima dal conduttore utilizzando materiali isolanti (mai usare oggetti metallici);
  • accertarsi di essere in zona di sicurezza priva di rischi. In caso di soccorso svolto in prossimità di tralicci dell’alta tensione che siano stati danneggiati, bisogna mantenersi sempre a una distanza di sicurezza di 10-15 metri poiché è possibile l’instaurarsi di un “arco elettrico” che potrebbe folgorare anche gli stessi soccorritori;
  • controllare le funzioni vitali della vittima;
  • se necessario, iniziare la rianimazione.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}