• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

942 visite

Fasciatoi, difendiamoci da quelli pericolosi

Regole per proteggere i nostri bambini dalle insidie di prodotti non conformi alle norme di qualità e sicurezza

Tre quarti degli incidenti domestici infantili è provocato da passeggini, seggiolini e fasciatoi poco sicuri. Non solo: su sei fasciatoi ritirati dal mercato perché pericolosi, secondo la Commissione europea cinque sono italiani. Lo denuncia il Centro per i diritti del cittadino (Codici): “Dati allarmanti”, spiega il segretario nazionale dell’associazione non profit, Ivano Giacomelli, “soprattutto per il fatto che, mentre per i giocattoli esistono specifiche direttive europee in materia di sicurezza, per fasciatoi, passeggini e seggiolini le norme sono volontarie”.

Certificato di conformità
Secondo quanto emerge dalla documentazione raccolta dal Codici, l’ente nazionale italiano di unificazione (UNI) elabora gli standard tecnici validi a livello nazionale, e recepisce le norme elaborate a livello europeo (norme Uni-En), che i produttori possono decidere volontariamente di seguire nella produzione. La certificazione, a differenza di quanto avviene nei giocattoli, è dunque lasciata alla discrezione delle aziende, pur nella garanzia che il prodotto è stato testato da un laboratorio indipendente ed è conforme alle norme Uni sulla sicurezza.

Regole per un acquisto sicuro
Secondo il Codici, una spesa sicura si basa su tre criteri fondamentali. Anzitutto, è indispensabile assicurarsi che il prodotto sia marcato con le seguenti informazioni: numero della norma (EN 14988-1), nome o logo del fabbricante, distributore, importatore o venditore. Quindi, bisogna prestare attenzione alla presenza o meno della dicitura “Attenzione non lasciare il bambino incustodito”. Importante infine che la confezione del prodotto sia corredata dalle istruzioni per l’uso e per il montaggio redatte nella lingua ufficiale del Paese nel quale viene venduto.

Redazione Staibene.it – maggio 2007
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}