• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.453 visite

Estate in montagna, ecco perché la salute dice si

Tutti i vantaggi per la salute della vacanza in montagna: ecco perchè fa bene all’intestino, all’apparato digerente, all’ulcera, alla pressione alta, all’asma, alla convalescenza, alla depressione: tutti i vantaggi per la salute della vacanza in montagna.

Benchè 3 italiani su 4 scelgano il mare come luogo preferito delle vacanze estive,  la montagna sembra prendersi  da qualche tempo qualche piccola rivincita.

Medici e reumatologi non smettono oviamente  di consigliare il  mare  per i suoi benefici effetti su tutta la gamma della salute umana, a cominciare da i benefici per  dello iodio che favorisce soprattutto i bambini nella fase di crescita, per finire  ai raggi solari che favoriscono la sintesi della vitamina E e rinforzano le difese immunitarie.

La montagna  è indicata,dunque,  per situazioni  più mirate  ma non meno rilevanti, che contribuiscono a farle scalare  posizioni nella classifica della vacanza in salute. l’attrattiva salutare. Ad una condizione peràò: che il soggiorno dur almeno dieci giorni, il tempo di permettere che l’ossigenazione penetri nel metabolismo e lo attivi con le sue proprietà.

Ecco dunque, una piccola sintesi dei benefici della vacanza in montagna

 

A cosa fa bene la montagna

 

L’intestino – Il caldo estivo favorisce un’eccessiva proliferazione di batteri nell’intestino. Di conseguenza, aumentano i rischi di vedere accentuati i sintomi della colite, per esempio, in chi già ne soffre. Questo meccanismo si blocca con l’aria fresca tipica del clima montano.

 

Leggi anche:Stomaco e intestino ko? Ferie in montagna

 

Apparato digerente – La maggiore presenza di ioni negativi esercita un’azione stimolante anche sull’apparato digestivo.

Ulcera – le altitudini medie sono indicatissime per problemi come l’ulcera, che si scatenano soprattutto nei periodi di stress.

Ipertensione –  Nonostante un tempo si pensasse l’esatto contrario, la montagna fa bene anche a chi soffre di ipertensione. E i vantaggi non sono pochi: la concentrazione nell’aria di grandi quantità di ioni negativi dà un’intensa sensazione di benessere all’organismo. Da non dimenticare, poi, l’effetto benefico per l’organismo che si ottiene con una semplice passeggiata lungo i sentieri montani: un movimento di questo tipo migliora lo stato di salute di tutto il sistema cardiovascolare.

Asma – Se soffrite di asma (anche allergica, a condizione però di restare sopra i 1.000 metri di altitudine) e di bronchite cronica, troverete grande giovamento da una vacanza in montagna. Il motivo? Semplice: l’aria è priva di smog e polveri così nocive per chi ha particolari problemi di tipo respiratorio.
E poi, la temperatura decisamente più fresca rispetto alla città rappresenta un ottimo aiuto in più. Positivi effetti sulla respirazione hanno anche le passeggiate lungo i sentieri tra i boschi di conifere, che si caratterizzano per sprigionare sostanze balsamiche piacevoli ed efficaci.

 

Convalescenza – Per il periodo di convalescenza successivo a un intervento chirurgico o una malattia, la vacanza in montagna è la destinazione ideale. I motivi sono diversi: anzitutto, la presenza nell’aria di ioni negativi migliora il metabolismo.

In secondo luogo, la maggiore quantità di ossigeno nell’atmosfera rivitalizza i globuli rossi e rende più attivo e pronto il sistema immunitario. Tutti benefici di cui si può godere al massimo concedendosi passeggiate nelle prime ore del mattino.

 

Leggi anche: Perchè la montagna  è l’ideale dopo una malattia

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}