• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.055 visite

Estate, i 6 nemici dello stomaco

In estate e prima delle vacanze lo stomaco è l’organo che soffre di più: ecco i 6 nemici dello stomaco e qualche consiglio per neutralizzarli prima che ci rovinino le ferie.

maldistomaco

L’estate dovrebbe essere la stagione  in cui a tavola ci concediamo qualcosa di più e forse è per questo che è anche quella in cui i 6 nemici dello stomaco si fanno più pericolosi, con il rischio che potrebbero rovinarci la vacanza.

E pensare che le vacanze dovrebbero essere un’occasione di serenità, relax, allegria. Con buona pace di quanti aspettano di partire per le ferie risollevare un po’ spirito e umore, sappiate che sugli italiani in procinto di andare in villeggiatura incombe un autentico effetto “sabato del villaggio”: solo che l’attesa spasmodica della partenza si risolve in un effetto stress. Con una conseguenza insopportabile: bruciori di stomaco, difficoltà di digestione eccetera eccetera.

 

Leggi anche: Estate, 10 regole per proteggere lo stomaco

 

I nemici dello stomaco d’estate
Per i 12 milioni di italiani già affetti da problemi di questo tipo, la vigilia delle vacanze è l’occasione ideale perché tutto ritorni prepotentemente a galla: gli esperti lo hanno ribattezzato “effetto valigia” ed è lo stress provocato da sei nemici tipici dell’estate:

  1. il caldo;
  2. le lunghe code in autostrada;
  3. i viaggi;
  4. il fuso orario;
  5. le bevande ghiacciate;
  6. un´alimentazione irregolare.

 

Leggi anche: Ecco la vacanza ideale per lo stomaco

 

I consigli
E allora, come fare per non rovinarsi la vacanza fin dalla vigilia della partenza? L´Osservatorio contro il bruciore di stomaco ha stilato un elenco con i 5 consigli di viaggio.

  • Una corretta abitudine alimentare, anche fuori dal nostro habitat naturale e i nostri ritmi abitudinari è fondamentale. Dunque, evitare cibi piccanti e speziati, alcol, caffè, salse e verdure crude è buona regola.
  • Fate molta attenzione alla conservazione dei cibi quando si è fuori casa.
  • All´estero, ma non solo, meglio fare attenzione ai venditori ambulanti improvvisati.
  • Attenzione ai lunghi viaggi in automobile o aereo, perché stare seduti sempre nella stessa posizione favorisce il reflusso gastroesofageo.
  • Non mettersi in viaggio dopo i pasti o avendo bevuto bibite alcoliche.

 

Leggi anche: Le ricette contro il bruciore di stomaco

 

“Viaggi e bruciore di stomaco sono strettamente correlati”, spiega Lina Oteri, dietista responsabile dell´Azienda Ospedaliera Papardo-Piemonte di Messina, “perché il fuso orario, i cambiamenti di orari nell´alimentazione e delle abitudini alimentari sono fattori che sottopongono a stress il nostro stomaco”.

 

 

 

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}