• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

789 visite

Essere superstiziosi? Ecco quando serve ed è utile

Amuleti e portafortuna fanno aumentare l’autostima nello sport, in amore e sul lavoro

La superstizione è utile o dannosa? Il famoso detto di Totò ” non è vero ma ci credo” forse sintetizza più di ogni altro il pensiero che gran parte degli itaiani.  Perchè se è vero che nessuna prova scientifica o oggettiva depone a favore di rituali o degli scongiuri per ottenere o evitare qualche effetto, è anche vero che la superstizione è così a  buon mercato e soprattutto spesso innocua agli altri , che seguirla   può essere un’idea.

Ma fin qui   è il buonsenso che parla mentre la scienza tenta di  dire al sua e, guarda un po’, la dice a favore della superstizione che servirenne a raggiungere risultati.

Per cui, se vuoi ottenere risultati miglior, scegli un amuleto, un portafortuna qualunque e vedrai. Sì, perché la superstizione aiuta a ottenere prestazioni più efficaci e vincenti, secondo uno studio dell’università di Colonia, in Germania, che ha preso spunto dai campioni del mondo dello sport per dimostrare, prove scientifiche alla mano, che anche la superstizione aiuta.

 

Leggi anche: Lo psicologo:  ecco da dove nasce la superstizione

 

Portafortuna e risultati sportivi
Osservando il più grande giocatore di basket di tutti i tempi, Micheal Jordan, e i suoi irrinunciabili short del college indossati sotto la divisa della Nba. Oppure l´amata camicia rossa dell’asso Tiger Woods nei tornei di golf. Guardando insomma a questi dettagli, la ricercatrice Lysann Damisch si è chiesta quanto riti sul campo e amuleti nel taschino dessero una mano agli sportivi.
Partendo da qui, il team di studiosi capitanati da Damisch ha sottoposto un gruppo di volontari a una serie di test per provare la tesi del portafortuna migliora-risultati. In uno degli esperimenti, ad esempio, a tutti i partecipanti è stato chiesto di portare il proprio amuleto. Subito dopo, con una scusa banale, il portafortuna è stato sottratto temporaneamente a una parte del campione. Ebbene, chi ne era sprovvisto riportava risultati peggiori in test e giochi al pc rispetto a chi aveva l´amuleto con sé.

 

Quanto sei scaramantico?

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}