• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

911 visite

Endometriosi, un nuovo dispositivo mini-invasivo la diagnostica

La nuova tecnica attendibile al 100% sostituisce l’intervento di laparoscopia

24 AGO – E´ rapido, è poco invasivo e non ha bisogno del bisturi il nuovo dispositivo per diagnosticare l´endometriosi, una patologia che colpisce una donna su dieci al mondo e che può causare seri problemi fino all´infertilità.
Il test è stato sviluppato da un team internazionale composto da ricercatori australiani e giordani il cui studio è stato pubblicato sulla rivista Human Reproduction.
Per il test, affidabile al 100%, basta inserire un dispositivo nell´organo genitale per prelevare un micro-campione di endometrio. Finora, infatti, non c´era altro modo per stabilire con precisione la presenza della patologia cronica se non mediante l´utilizzo della laparoscopia, un intervento invasivo che è causa di ritardo nella diagnosi del disturbo.
Restano invece ancora ignote le cause che portano alcune cellule a svilupparsi al di fuori dell´utero provocando la crescita anomala dell´endometrio che procura dolore pelvico, rende impossibile avere rapporti sessuali e in un caso su tre crea problemi di infertilità.

Redazione Staibene.it – 2009
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}