• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

VIDEO – Ecco la classifica dell’abbigliamento sexy che piace a lui

Nel sesso l’occhio vuole la sua parte, che spesso è fatta di tacchi a spillo, giarrettiere, slip di pizzo. Ecco la classifica degli oggetti seduttivi più amati dagli italiani

Come in cucina anche nel sesso l’occhio vuole la sua parte che spesso è fatta di tacchi a spillo, giarrettiere, slip di pizzo. Secondo l’ultimo sondaggio 1 italiano su 3 ama  il sesso visivo ed 1 su 4 pratica giochi  di coppia. L’uno e l’altro comportamento ci svelano il gradimento crescente  per quello che la medicina chiama feticismo.
Ma cos’è? Il sessuologo Willy Pasini lo definisce passione erotica  – prettamente maschile , che comporta l’uso di oggetti dell’abbigliamento femminile al fine di raggiungere l’eccitazione sessuale. ’Organizzazione Mondiale della Sanità  ne distingue 2 tipi:

  1. Quello hard, spesso associato al travestimento  che diventa patologico quando nella coppia il piacere di uno non coincide con il piacere dell’altro.
  2. Quello soft,   innocuo, fatto di abbigliamento seduttivo, molto diffuso  dal cinema  e dalla moda e da sempre protagonista dell’immaginario erotico degli italiani. Qui di patologico non c’è nulla.

Molti italiani forse non lo sanno ma un po’ feticisti lo sono da sempre. Basta guardare la classifica degli oggetti seduttivi più amati:
– 1° le calze da donna, nere o a rete, con ogni tipo di reggicalze;
– 2° le scarpe, meglio se a punta  e con tacchi a spillo;
– 3° gli stivali, idem come sopra;
– 4° gli slip di pizzo, mini ma non troppo
– 5° Infine bende, manette di stoffa, collari.
Volete la prova? Uno studio scientifico dice che il 50% degli uomini immagina di essere con una donna che indossa vestiti ed accessori eccitanti.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}