• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.598 visite

Ecco a voi il rowing, canottaggio a secco a ritmo di musica

Il rowing, come si svolge, a chi è fa bene e quante calorie fa bruciare

Ecco a voi il rowing, canottaggio a secco a ritmo di musica

Il rumore dei remi che fendono l’acqua, il ritmo della vogata… L’atmosfera sembrerebbe quella della tradizionale sfida di canottaggio che contrappone gli studenti dei college di Oxford e Cambridge. Invece siete in palestra, durante una lezione di rowing.

 

Cos’è il rowing

Nata in Italia circa 10 anni fa come derivazione del canottaggio, la disciplina del rowing conta già decine di migliaia di appassionati e oltre 200 palestre dove poterla praticare.

L´idea iniziale è stata quella di adattare al fitness il remoergometro, un attrezzo usato dagli atleti del canottaggio durante l’allenamento e che riproduce nei minimi particolari il movimento e lo sforzo della vogata.

La pratica che nel tempo è andata imponendosi ha trasformato il rowing in una vera e propria regata virtuale, da svolgersi a secco ed al chiuso, con una infrastruttura che simula in tutto e per tutto la regata di canottaggio vera e propria.

La si avvia da soli o in gruppo, simulando anche una gara, avendo l’accortezza di tarare in modo identico le resistente che il remorgometro incontra simulando la resistenza dell’acqua. E vince chi fa il tempo migliore a parità di distanza; un segnale acustico si incaricherà di segnalare l’armo c he ha virtualmente tagliato per primo il traguardo.

Inoltre, come accade per lo spinning, la gara o il semplice allenamento può essere fatto a ritmo di musica. Non c’è nulla di più efficace infatti della musica per ritmare lo sforzo sportivo e scandire la sequenza delle vogate. La musica infonde energia ed al tempo stesso distrae il cervello dalla fatica, aiutando l’atleta a dare il meglio di sè.

Il risultato? Una lezione a tempo di musica che rende più flessibili, allena tutte le principali fasce muscolari del corpo e aiuta ad essere più coordinati e snelli.

Inoltre l’allenamento dà anche rilevanti benefici cardiovascolari e, svolgendosi da seduti, risparmia le articolazioni dai traumi.

Ma il suo successo è soprattutto dato dal fatto che il rowing è un’attività rilassante, capace di coinvolgere anche la mente, grazie al richiamo mentale al fluire dell’acqua. Insomma, una vera regata virtuale.

Leggi anche
Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}