• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.487 visite

Dormire con chi russa? Ecco tutte le conseguenze

Ecco l’elenco dei rischi e soprattutto le 10 tecniche per smettere

russareRussare, ovvero l’atto notturno più frequente in assoluto,  è considerato, specie quando è accompagnato dalle apnee ostruttive notturne , un campanello d’allarme che ci avvisa su  qualcosa che non va alla salute. Ma pensiamo tutti immediatamente alla salute di chi russa, meno spesso a quella di chi sta  accanto al russatore o alla russattrice che, invece,va  in contro a guai non meno rilevanti. Perché? E’ tutta questione di rumore.

A spiegare perché ci hanno pensato i ricercatori inglesi dello University College e dell´Imperial College di Londra, secondo cui il rumore notturno fa dormire poco e male, ma soprattutto causa un sensibile aumento della pressione sanguigna. Con la conseguenza che il rischio di malattie cardiovascolari, renali e addirittura cerebrali aumenta.

 

Leggi anche: Come russano le donne

 

Nello studio, pubblicato sull´ultimo numero della rivista scientifica “European Heart Journal”, i ricercatori lanciano l´allarme sulla scia di esperimenti fatti su 140 cavie che vivono nei pressi dell´aeroporto londinese di Heathrow. Hanno riscontrato che più aumentano i decibel e più cresce la pressione sanguigna, a danno della buona salute.

Fastidiosi e deleteri risultano in particolare i rumori sopra i 35 decibel e chi russa sonoramente può arrivare fino a 90.

Ma c’è un modo per smtteredi russare? O meglio di far smettere il partner che ci  dorme vicino?

Se parliamo di metodi e strategie per smettere di russare e infelicitare le notti del partner, ciascuno è convinto di avere una sua ricetta infallibile. Che quasi sempre, però, si rivela fallace. Cerchiamo allora di passare in rassegna le tecniche più diffuse ed efficaci per smettere di russare.

 

Leggi anche: Tutte le tecniche per smettere di russare

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}