• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.029 visite

Donne e sesso, i pensieri negativi che rovinano tutto

Una delle cose fa fanno male al sesso delle donne sono i pensieri negativi che scattano improvvisamente nella loro testa e rovinano tutto. Ecco quali sono e come scacciarli.

pensieri-negativi

Una delle cose fa fanno male al sesso delle donne sono i pensieri negativi che , nel momento clou della serata, quando il “viaggio” verso il rapporto sessuale con lui è ormai un biglietto senza ritorno, scattano improvvisamente nella loro testa e rovinano tutto.

Di che si tratta? Quante donne riguardano? E sono i pensieri negativi che rovinano il sesso o è il sesso che fa scattare i pensieri negativi?

La risposta potrebbe formularla ognuno di noi sulla base della propria esperienza o dei propri complessi ma, forse, una risposta con la quale fa piacere misurarsi potrebbe essere quella oggettiva della ricerca elaborata da alcuni ricercatori portoghesi, che hanno condotto uno studio in proposito pubblicato sulla rivista “Sexologies”.

 

Leggi anche: Sesso come scegliere l’ora migliore

 

I pensieri negativi che scattano in automatico

 

I ricercatori portoghesi sono partiti dalla constatazione che una donna su quattro sperimenta difficoltà a raggiungere l’orgasmo, e che proprio questo disturbo sessuale femminile si colloca al secondo posto nella classifica dei più diffusi, dopo la mancanza di desiderio.

Hanno così ingaggiato 191 donne sessualmente attive, di età compresa tra i 18 e 59 anni, che hanno poi interrogato circa la loro funzione sessuale e il tipo di pensieri che intervengono durante i rapporti sessuali.

Secondo gli autori dello studio, ad essere vittime predilette dei pensieri inopportuni durante un rapporto sessuale, sono le donne più degli uomini. E’ lei, infatti, proprio nel momenti in cui dovrebbe lasciarsi andare e godere della fusione più intima del rapporto con lui, rischia di perdersi e di veder rovinare il rapporto, con tanto di addio all’orgasmo.

I pensieri negativi che la affliggono mentre fa l’amore sono del tipo “automatico”, spiegano gli scienziati: arrivano all’improvviso, senza essere stati invitati, e proprio nel momento sbagliato.

  1. Di quali pensieri si tratti lo hanno individuato gli stessi ricercatori a seconda del tipo di donna individuandone 3 tipi:Esperienze precedenti – Possono essere pensieri riferiti a precedenti esperienze molto negative o comunque poco piacevoli, ad esempio legate a un episodio di violenza.
    Inadeguatezza del corpo – Possono essere pensieri più subdoli che fanno riferimento a un’inadeguatezza del proprio corpo o del proprio modo di essere, il timore di non essere all’altezza della situazione;
    Immagini mentali – Pensieri che richiamano immagini mentali che fanno cadere il senso di erotismo, rendendo squallida la situazione.

 

Leggi anche: Sesso, le confessioni proibite su internet

 

L’importanza delle parole

 

L’ultimo tipo di blocco, quello legato alle immagini mentali, può anche essere correlato al contesto nel quale avviene il rapporto sessuale.

Il luogo, per esempio, può far scattare il pensiero “ ma che ci faccio qui”, se per esempio si tratta di un luogo che per lui è erotico e per lei può sembrare squallido.

Oppure la relazione con lui: alcuni uomini, più di quanto accade tra le donne, trovano nel turpiloquio, nell’evocazione di immagini e situazioni sconce tipiche delle fantasie erotiche, la scarica adrenalinica che stimola l’eccitazione. Ma nella donna l’effetto può essere esattamente il contrario; sentir dire alcune cose può far scattare nella loro testa il pensiero negativo: “ma io sono davvero una poco di buono?”.
Ed è lì che il pensiero negativo prende il sopravvento e il sesso fa flop.

 

Leggi anche: Parlare durante il sesso? ecco l’effetto che fa

 

 

Come evitare i pensieri negativi nelle donne

 

Dice Marta Xavier Cuntim, psicologo clinico: “Non vi è alcun modo semplice per evitare i pensieri negativi o la distrazione”, mettendo fine alle speranze di poter scampare alla loro nefasta influenza. Ma se proprio non possiamo scamparla, un modo per tenerli il più possibile a bada forse c’è: basta concentrarsi, non lasciarsi innervosire e focalizzare l’attenzione su qualcosa di positivo”.

Tuttavia, quello che non è ancora chiaro è la “direzione” del rapporto di causa/effetto, ossia se siano i pensieri negativi a provocare una difficoltà nel raggiungere il piacere o se sia la difficoltà a provocare i pensieri negativi.

 

 

Sei repressa o disinibita? Scoprilo con IL TEST

 

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}