• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

736 visite

Opistorchiasi

È una malattia parassitaria dovuta a piccoli vermi che possono infestare i pesci d´acqua dolce. Il rischio principale deriva dall´assunzione di pesce crudo o poco cotto. Chi viaggia in Thailandia deve soprattutto evitare di mangiare il plaa ráa (chiamato anche paa daek nella Thailandia nord-orientale), un pesce fermentato che nel nord-est viene servito come accompagnamento al riso. Il plaa ráa non è un piatto comune nei ristoranti, mentre è facile trovarlo nelle zone rurali del nord-est, dove viene considerato una vera prelibatezza. Il governo thailandese sta conducendo una campagna tra la popolazione della Thailandia nord-orientale contro il consumo di plaa ráa e in generale di pesce e derivati non cotti. In questa regione potrebbe facilmente capitarvi di vedere ai lati della strada dei cartelloni con la scritta isãan mâi kin plaa dìp, ossia il nord-est non mangia pesce crudo. L´opistorchiasi (wiwâat bai tàp) è endemica nei villaggi intorno al lago di Nong Han, nella provincia di Sakhon Nakhon, il più grande lago naturale della Thailandia. Non bagnatevi nelle sue acque! Le larve dell´opistorchiasi, come quelle della schistosomiasi, possono penetrare attraverso la pelle. Un altro modo, sia pure meno comune, di contrarre questa malattia è nuotare nei fiumi. La zona a rischio è il tratto meridionale del Mekong. L´intensità dei disturbi dipende da quante larve sono penetrate nell´organismo. Potrebbe non manifestarsi alcun sintomo, oppure soltanto un po´ di stanchezza, qualche linea di febbre, fegato gonfio e dolorante (oppure dolori addominali diffusi). Nel contempo dovrebbero riscontrarsi vermi, o le loro uova, nelle feci. Chi sospettasse di essere affetto da questa parassitosi dovrebbe richiedere subito un esame delle feci.

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}