• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

671 visite

Febbre tifoide

E´ una patologia causata dalla Salmonella Tiphy, che provoca la febbre tifoide, dalla Salmonella paratiphy A,B,C che causa il paratifo A,B,C e da oltre 2000 sierotipi di cosiddette Salmonelle minori che possono provocare quadri gastroenterocolitici. Sorgente d´infezione della Salmonella Tiphy e della paratiphy B e C e per tutte le Salmonelle minori sono numerosi animali quali suini, bovini, canidi, felini, volatili, etc. L´infezione si diffonde per via oro-fecale, con l´ingestione di carni provenienti da animali malati o portatori, di acqua e alimenti contaminati da feci di ammalati o portatori sani, direttamente o attraverso l´ausilio di vettori meccanici quali mosche o altri insetti. Tale patologia è accompagnata da febbre con frequenti scariche diarroiche. Considerando che persino in Italia queste affezioni sono ancora di tipo endemico, si capisce come importante sia la vaccinazione per tutto il personale che si reca all´estero. Il vaccino (Neotyf cpr.) si somministra per via orale alla dose di 1 cps. a giorni alterni la mattina a digiuno fino all´assunzione di 3 cps., ha una efficacia calcolata intorno al 75% (ecco perché non bisogna trascurare comunque di selezionare attentamente bevande e vivande) ed ha una validità di 1 anno. Per facilità di assunzione, buona efficacia ed assenza di effetti collaterali, è il vaccino da consigliare a tutti i viaggiatori. Molto importante è non sovrapporre la vaccinazione antitifica con la profilassi antimalarica poiché si dimezzerebbe l´efficacia di entrambe i medicamenti. Il vaccino va conservato in frigorifero.

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}