• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.087 visite

Febbre da zecche del Colorado

E´ una malattia causata da un virus che viene trasmesso all´uomo dalla puntura di una zecca (Dermacentor Andersoni). E´ diffusa in alcuni Stati degli USA quali: Oregon, California, Utah, Montana, Wyoming, Colorado, Washington, Nevada, Sud Dakota. Dopo un periodo di 4-5 giorni dalla puntura si ha una febbre che decorre in due fasi, della durata di due-tre giorni ciascuna, separate da un breve periodo di remissione. In genere la malattia ha un decorso benigno e la mortalità è quasi nulla. Nei bambini però può presentare sintomi di maggiore gravità, quali: encefaliti o emorragie. La zecca si infetta allorchè si nutre del sangue di roditori (scoiattoli, ricci, etc.) i quali sono a loro volta infetti. Non esiste un vaccino e la terapia è soltanto sintomatica. La prevenzione si basa su:

a) educazione sanitaria, soprattutto degli escursionisti e dei cacciatori che si recano nelle zone a rischio

b) uso di vestiario idoneo

c) lotta alle zecche

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}