• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

512 visite

Dracunculosi

E´ una malattia causata da un verme detto Dracunculus Medinensis. Esso è presente nelle acque, ove è ospitato nel corpo di un piccolo crostaceo del genere Cyclops. La malattia è diffusa in Africa (Ghana, Zimbabwe, Valle del Nilo), in Medio Oriente, in India e Pakistan. L´uomo si infesta bevendo l´acqua contenente i crostacei (Cyclops) infestati a loro volta dalle larve del verme. Una volta ingerite con il crostaceo, le larve del verme attraversano la parete intestinale e si dirigono verso gli spazi retroperitoneali ove si trasformano nella forma adulta. Il verme adulto migra dopo alcuni mesi verso i tessuti sottocutanei e la pelle. Quivi produce una vescicola che, al contatto con l´acqua, si rompe e la femmina del verme, la quale raggiunge una lunghezza fino a 1 metro, libera le nuove larve all´esterno. L´infezione si manifesta dopo un periodo di incubazione di 8-14 mesi, spesso senza sintomi particolari. A volte invece la formazione della vescicola è preceduta da febbre, prurito, nausea, orticaria ed eosinofilia. L´ulcera che si forma alla rottura della vescicola provoca bruciore e dolore e a volte si infetta, per l´azione di altri germi, con possibile formazione di flemmoni ed ascessi. Diagnosi: a volte è possibile vedere la testa del verme adulto alla base dell´ulcera. E´ anche possibile individuare le larve che vengono emesse all´esterno. La terapia si basa sull´estrazione del verme. Le infezioni secondarie vanno trattate con antibiotici. I trattamenti attuali non impediscono la diffusione del verme nell´organismo. La prevenzione prevede la lotta contro i serbatoi naturali dei piccoli crostacei del genere Cyclops, nel trattamento dei casi diagnosticati, nella potabilizzazione dell´acqua, nell´evitare di fare i bagni nelle acque interne dei paesi a rischio e nell´uso di stivali. E´ anche importante cuocere bene i crostacei destinati all´alimentazione, se provengono da zone endemiche. Non esiste, ad oggi, un vaccino.

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}