• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.027 visite

Disfunzioni sessuali, il maschio italico fa lo struzzo

Prima di rivolgersi allo specialista impiega due anni, le donne solo due settimane

Le ignorano, fingono di non averle. Nella migliore delle ipotesi, le sottovalutano. Senza sapere che un atteggiamento del genere comporta rischi seri per la salute. Gli uomini italiani e le disfuzioni sessuali: la maggior parte tende a fare lo struzzo, rivolgendosi al medico solo a distanza di due anni dalle prime avvisaglie del problema. Tutto il contrario delle donne, che ricorrono al consulto dello specialista dopo sole due settimane.
Lo ha rivelato il professor Vincenzo Mirone, presidente della Società italiana di urologia e della Società europea di urologia andrologica, nel corso del XXII congresso della European association of urology (Eau), che si è tenuto a Berlino. Alla base di questo atteggiamento, una particolarità comune a tutti i popoli latini rispetto a quelli nord europei: la grande difficoltà ad ammettere la disfunzione erettile.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}