• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.674 visite

Disfunzione erettile, 10 cose che possono fare solo le donne

La disfunzione erettile può mandare in crisi la coppia . Ecco il decalogo per lei, se il partner a letto fa cilecca.

La disfunzione erettile può mandare in crisi la coppia. Se il maschio fa cilecca sotto le lenzuola, tuttavia, un ruolo fondamentale per affrontare al meglio il problema lo ricopre la donna.

Secondo la Società italiana di andrologia (Sia), quando nella coppia subentrano problemi sessuali di lui, solo il 9% delle donne è deciso a prendere in mano la situazione e a guidare il compagno in tutti i passi necessari.

 

Leggi anche: Disfunzione erettile: ecco quando è colpa dell’ansia

 

Il grosso delle altre, magari consapevole della necessità di rivolgersi a uno specialista, non sa bene come comportarsi.

Ecco allora un decalogo stilato dagli andrologi per le donne.

1) Se con il partner si verificano episodi di disfunzione erettile, ricorda di avvicinarti a lui con comprensione ed attenzione, accogliendolo e confortandolo, in modo oggettivo e tranquillo.

2) Evita di essere soffocante o aggressiva, ma cerca di “portare fuori” il problema dalla vostra coppia. La disfunzione erettile, infatti, è una patologia che interessa milioni di uomini e la soluzione va ricercata insieme.

3) Insegna al tuo compagno ad accettare il problema: servirà a tenere sotto controllo la sua ansia e a orientarlo alla soluzione, oggi possibile nella maggioranza dei casi.

4) Non prendere per buona la “teoria dello stress”: spesso, infatti, molti uomini addebitano alla tensione le proprie, reiterate, defaillance sessuali. Non è sempre così. La maggioranza dei casi è, invece, associata a problemi fisici o è un effetto collaterale di alcuni farmaci, quali anti-ipertensivi o antidepressivi.

 

Leggi anche: Disfunzione erettile: c’è anche quella fantasma

 

5) Ricorda che la disfunzione erettile è, in 8 casi su 10, il primo campanello d’allarme per una possibile insorgenza di altre patologie, prime tra tutte le malattie cardiovascolari o il diabete.

6) Sappi che fumo, alcol, diabete e obesità sono i quattro principali fattori di rischio per questa patologia. Controlla lo stile di vita del tuo compagno e cerca di limitarne gli eccessi.

7) Non cercare soluzioni fai-da-te: la disfunzione erettile va diagnosticata da un medico che, dopo una visita, potrà indicare i controlli necessari e, quindi, proporre la soluzione più adatta.

8) Non lasciare passare troppo tempo dall’insorgenza del problema, ma insieme rivolgetevi con fiducia allo specialista andrologo. Che, come per te il ginecologo, deve diventare il punto di riferimento per il benessere sessuale del tuo partner.

9) Aiuta il tuo partner a vivere serenamente il trattamento farmacologico, quando consigliato dallo specialista. Ritrovare la vostra intimità, infatti, sarà sempre un successo della coppia.

10) Ricorda che le pillole per il trattamento della disfunzione erettile sono farmaci sicuri, ma richiedono sempre un´attenta valutazione medica.

 

Leggi anche: Disfunzione erettile, come scoprire quando è un campanello d’allarme per il cuore

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}