• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

656 visite

I 3 cibi d’autunno stagione per dimagrire e restare giovani

Con questi ortaggi tipici dell’autunno non ingrassi e fai il pieno di antiossidanti

L´autunno è senz´altro il momento migliore per decidere di mettersi a dieta e perdere quei chili, pochi o tanti che siano, per affrontare la stagione più fredda in piena forma. Come? Con l´aiuto delle verdure tipiche di questa stagione. Broccoli, cavolfiori, carciofi e zucca hanno notevoli proprietà antiossidanti contro l´invecchiamento delle cellule e sono utili anche per combattere lo stress tipico di questa stagione di mezzo.

La nutrizionista Sara Farnetti, specialista in medicina interna ed esperta in malattie del metabolismo, spiega come trasformare un menù appetitoso in una cura a base di ortaggi.

 

Verdura? Sai scegliere quella buona? Scoprilo con IL TEST

 

 

Il carciofo, ideale per la dieta e per il fegato


Il carciofo contiene veramente poche calorie: solo 22 per 100 grammi di prodotto, che lo rendono ideale per le diete. Si presenta in tante varietà diverse ma con una caratteristica comune: quella di avere sostanze disintossicanti per l´organismo, come la cinarina. Il carciofo è ideale in questo periodo in cui l´apparato gastrointestinale è sotto pressione. “I sintomi più caratteristici sono meteorismo, bocca amara e un po´ impastata” dice ancora Sara Farnetti “ed è proprio dopo la ripresa del lavoro post-ferie estive che si riacutizzano coliti, gastriti e stitichezza”.

Per sfruttare al meglio le proprietà di questo ortaggio, la nutrizionista raccomanda da un lato di “non bollire i carciofi, altrimenti la cinarina si disperderebbe nell´acqua”, e dall´altro di “usare i fondi, ossia la parte più tenera. Le foglie infatti sono ricche di lignina”, che complicherebbe il lavoro di un apparato gastrointestinale già provato da coliti e gastriti. “Il piatto che propongo è una bella pasta condita con i fondi del carciofo”.

 

 

Broccoli & Co., meglio stufarli


Quando le temperature cominciano ad abbassarsi  è più facile essere esposti a raffreddori,  virus parainfluenzali e stati di debolezza. Come fronteggiarli? Con broccoli, broccoletti, cavolfiori, cavolo cappuccio, verza, che, però, non vanno bolliti. Perchè non si disperdano le proprietà, meglio stufarli direttamente nell´olio, senza dimenticare l´aggiunta di piante aromatiche che a loro volta difendono dalle infezioni”. La ricetta? “Broccoli allo zenzero che funziona un po´ come il carciofo; oppure stufato di verze e porri o cipolla, perché anche loro lavorano a favore delle difese immunitarie”.

 

Leggi anche: Verdure fresche o surgelate? piccola guida alla scelta giusta

 

 

La zucca, antitumore e antietà


Il terzo alleato per la dieta d´autunno è la zucca. “Anche lei” prosegue Farnetti “aiuta a potenziare le naturali difese dell´organismo. Ma soprattutto, come possiamo intuire dal colore, fornisce carotenoidi e beta carotene in particolare. I carotenoidi  hanno una potente azione antiossidante, perciò proteggono le cellule dalla degenerazione e dall´invecchiamento, causati dall´aggressione dei radicali liberi che ci fanno ammalare più velocemente. Sono sostanze antitumorali e antietà, cardine della protezione cellulare. E ci aiutano anche contro lo stress della ripresa del lavoro”, un altro fattore che spesso risveglia gli acciacchi a cui si è più predisposti.

 

               Leggi anche: Ecco gli ortaggi che prevengono il raffreddore

 

 

 

 

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}