• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

862 visite

L’obesità? Colpa di…Di Maio, Berlusconi, Renzi, Grasso, Salvini, Meloni e D’Alema

Cosà la crisi di governo influisce sul peso e sui chili di troppo

L'obesità? Dipende anche dalla cattiva politica

Se sei grasso, trabocchi di ciccia, ad un passo dall’obesità, la colpaà non è solo di qualche disfunzione metabolica, o degli attacchi di fame, nA? nel DNA ma,à traàDi Maio, Berlusconi, Renzi, Grasso, Salvini, Meloni e D’Alemaà, chi tra questi rappresenta l’esempio della cattiva politica.

Non si tratta di una fake news, ovvero di una balla,à ma lo diceàun nutrizionista di fama come il professor Michele Carruba, convinto del fatto che dover ricostruire un governo si ripercuota anche sulle strutture di prevenzione dell’obesità e sulle iniziative di educazione agli stili di vita sani: “In questo modo è difficile avviare politiche durature ed efficaci che resistano all’instabilità politica e ottengano un vero cambio di mentalità nella popolazione. E l’obesità resta una piaga”.

Ecco, dunque,à un altro nemico, l’ennesimo, della nostra dieta. Come se la strada verso il dimagrimento, il percorso irto di ostacoli verso l’eliminazione di quel sovrappeso e di quei chili di troppo che tanto ci angustiano, non fossero difficoltosi, salta fuori un’altra complicazione per i nostri sforzi.àLaàsituazione politica.àProprio così: l’incertezza politica, le prospettive confuse delle elezioni politiche del 4 marzo 2018, il senso di precarietà ancheà economica influiscono molto sul girovita degli italiani.

Insomma: fanno ingrassare.

 

Sei a rischio obesità?àScoprilo con IL TEST

 

Quanto costa l’obesità
Una piaga che costa cara: “Uno studio condotto da noi qualche anno fa e oggi riattualizzato con cifre aggiornate ha mostrato che i costi diretti sanitari dell’obesità in Italia raggiungono quota 28 miliardi di euro ogni anno, e il 60% di questa spesa è per le ospedalizzazioni”.

Carruba spiega che “l’obesità non è una sola malattia, ma molte messe insieme. Dobbiamo cominciare a chiederci, in un periodo di crisi e ristrettezze economiche, quanto sia sostenibile non investire in prevenzione”.

Soprattutto per una sindrome (quella legata ai chili di troppo) che “sarebbe prevedibile semplicemente attraverso l’educazione alimentare. Dovremmo allora cambiare paradigma.

Il nostro sistema sanitario nazionale è fra i migliori al mondo, perA? dovrebbe passare dalla logica di aggredire….(segue)

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}