• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.375 visite

Dieta e salute, l’Abc dei cibi che ti curano

Dall’arancia alla zucca, tutti gli alimenti per vivere meglio

Come gli antichi  filosofi greci dicevano ai loro discepoli, c’è un nesso stringente tra la dieta alimentare e la buona salute;  la scuola medica Salernitana ne fece i  pilastri, insieme alle erbe officinali, della medicina medievale. Ed oggi è la nutraceutica, ovvero le capacità terapeutiche dei prodotti naturali ad aver raccolto l’eredità degli antichi saperi.

Ma quali soni i cibi che curano? Ecco una sintetica rassegna di quelli principali.

Arance, contro i tumori del tratto digestivo
Le arance, insieme a mandarini, pompelmi sono un elisir di lunga vita: rallentano l’invecchiamento, riducono gli effetti dei radicali liberi generati dai cibi ricchi di grassi. Non solo. Possono aiutare a prevenire l´aumento di peso e la sindrome metabolica responsabile del diabete di tipo 2. Le fibre contenute nella frutta poi, favoriscono la motilità intestinale e il volume delle feci, mantengono pulita la mucosa intestinale e riducono la possibile penetrazione di molecole tossiche  nelle cellule del nostro organismo e svolgono quindi un’azione protettiva nei confronti di molti tumori, soprattutto quelli del tratto gastrico.
Un recente studio ha dimostrato che le donne che mangiano regolarmente agrumi come arance e pompelmi, più di tutti gli altri alimenti che contengono flavonoidi come verdura, cioccolato fondente e vino rosso, hanno un minor rischio di incorrere in ictus.

 

Leggi anche: Banana, i 14 poteri che pochi conoscono, dai crampi all’….antirazismo

 

Banana, contro i crampi muscolari
E´ il frutto consigliato agli sportivi per il suo contenuto di potassio. Con 100 grammi di prodotto ci si assicurano 350 mg di potassio, un sale minerale che aiuta a combattere i crampi muscolari che spesso compaiono durante gli allenamenti sportivi. Non solo, perché la banana contiene anche buone percentuali di calcio, fosforo e ferro, sali minerali importanti per le funzioni vitali dell´organismo. Non mancano le vitamine A, B1, BZ, C ed E.

 

Cavoli e broccoli, per proteggere il cuore
Si chiama sulforafano: è l´antidoto presente nei broccoli che fa bene al cuore, un componente fitochimico di cui erano già ampiamente note le qualità antitumorali. Presente non solo nei broccoli, ma anche in cavoli e cavolfiori, il sulforafano sembra rafforzare il meccanismo naturale di difesa che protegge le arterie dalle malattie. La gran parte del problemi cardiaci sono creati dalle placche di grasso nelle arterie che provocano l’arteriosclerosi. Ma le arterie non vengono ostruite da queste placche in modo uniforme: le insenature e i rami dei vasi sanguigni – dove il flusso del sangue può essere stagnante – sono infatti molto più soggetti al problema. Gli ultimi studi hanno dimostrato che una proteina che di solito protegge dalle placche, l´Nrf2, è inattiva nelle aree delle arterie che sono soggette alla malattia; e tuttavia si è scoperto che la somministrazione del sulforafano può attivare l´Nrf2 in quelle regioni.

 

Leggi anche: In cavoli e broccoli il segreto di un cuore sano

 

 

(segue)…………

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}