• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.472 visite

Dieta : i 10 benefici (anche sessuali) del digiuno intermittente

La dieta del nulla, ovvero il digiuno, è da secoli considerato anche in molte religioni la via della purezza, della purificazione, del benessere e della salute del corpo e della mente. Il fatto che consenta a chi la segue anche di sentirsi meglio, dimagrire senza perdere energie, di sentire meno dolori e perfino di avere più voglia di fare sesso, riuscendoci, non fa che aumentare l’attenzione su questo revival, soprattutto se si tratta di una forma particolare di digiuno: quello intermittente.

A consentirlo, in un contesto di sicurezza e rigore scientifico è ora Stefano Erzegovesi, specialista , nutrizionista e psichiatra, responsabile del Centro per la cura dei disturbi alimentari dell’Ospedale San Raffaele di Milano il quale, sul Corriere della Salute del 13 gennaio 2019, ha annunciato l’arrivo di un suo nuovo libro “ Il digiuno per tutti” che non mancherà di far discutere.

Anche perchè bisogna fare attenzione: il titolo potrebbe indurre in inganno perché interpretato come il panegirico dell’astinenza totale dall’assunzione di cibo. Ed invece non è affatto così. Attenzione dunque a non cadere nella trappola dell’apparenza o del “fai-da-te” di 1 giorno senza mangiare, a prescindere dallo stato della vostra salute e, soprattutto, a prescindere dall’averne parlato con il vostro medico.

 

Leggi anche: Infiammazione cronica: ecco i 5 cibi “si” e i 5 cibi “no”

 

9 tipi di digiuno

Esistono molto tipi di digiuni e Erzegovesi nel suo libro ne censisce almeno 9:

  1. Digiuno dell’orologio 12:12:
  2. Dell’orologio 16:8
  3. Salto del pasto
  4. Dieta del Guerriero;
  5. 24 ore totale
  6. Giorno di magro
  7. A giorni alterni
  8. 5 su 2
  9. Mima digiuno.

 

Se volete dettagli su ognuno di essi, procedete all’acquisto del libro.
Ma se vi accontentate di alcune indicazioni essenziali per chiunque voglia addentarsi nei meandri della dieta del digiuno, continuiate a legge qui sotto perché scoprirete i “miracoli” che Erzegovesi attribuisce al suo digiuno intermittente.

 

Quale digiuno scegliere

Erzegovesi infatti è per i digiuno di tipo parziale: 12 ore su 24, 10 al massimo 2 giorni non consecutivi a settimana o a cibo parziale, quindi con restrizione calorica non completa, come per esempio un giorno di magro. Sottoporsi a questo tipo di regime alimentare, soprattutto dopo le Feste quando i chili in più sono tutti lì, nel girovita o sul sedere, a ricordarci che forse abbiamo esagerato, è il modo migliore per sottrarsi – afferma – “a quei regimi alimentari talmente rigidi che non riusciamo a rispettarli e che quando li abbandoniamo ci lasciano un grande senso di frustrazione”.

 

 

Leggi anche: Digiuno terapeutico? Attenti alle mode killer

 

I 10 benefici nascosi e palesi

Il nutrizionista è convinto che il digiuno intermittente porti a benefici sia nascosti che visibili anche ai nostri occhi.
Quelli nascosti sono forse i più importanti e sono  ….

(segue)

Tag:
Bruno Costi
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}