• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

903 visite

Depressione, ecco i cibi sì e i cibi no

La lista degli alimenti da mangiare o evitare se l’umore è a terra

Succede quando si ha il morale a terra, nei giorni di pessimo umore, figuriamoci quando si vive una depressione autentica.

Per cercare un po’ di sollievo, ci si lascia andare al cosiddetto cibo spazzatura: fast food, patatine fritte, dolciumi, biscottini vari. Senza troppo curarsi delle conseguenze che un atteggiamento del genere può avere sotto forma di chili in più, nella convinzione che ciò che piace al palato possa fare bene alla mente e dunque risollevare l’umore.

E invece è quanto di più sbagliato possiamo fare. Non tanto per il rischio sovrappeso, quanto soprattutto per la depressione: non è così che si risolvono i sintomi; anzi, dandosi al cibo spazzatura si peggiorano.

 

Leggi anche: Ecco perchè meno dormi  più mangi male

 

I cibi che alleviano i sintomi della depressione

Un’alimentazione sana può ridurre i sintomi della depressione. Stesso effetto positivo sul cosiddetto “mal di vivere” può avere un calo di peso, se il soggetto in questione è in sovrappeso. Al contrario, mangiare male accentua notevolmente il disturbo.
Lo dimostra uno studio effettuato su 2.000 uomini di mezza età e condotto dalla University of Eastern Finland, in Finlandia. Lo riporta una nota dell’università, che precisa anche come alcuni cibi in particolare darebbero giovamento a chi è depresso. In particolare:

  • verdura,
  • frutta (soprattutto frutti di bosco)
  • pollame
  • pesce
  • formaggi magri
  • cereali integrali
  • carne
  • fegato.

 

Scopri se sei più ottimista o pessimista? Scoprilo con IL TEST

 

I cibi che accentuano i sintomi della depressione
Ed ecco invece i cibi spazzatura, o “junk-food”, che hanno effetti negativi sui sintomi della depressione. Non li alleviano, cioè, ma li acuiscono:

  • salsicce e tutti gli insaccati
  • dolci
  • snacks
  • bevande zuccherate
  • brioches
  • patatine fritte.

 

Calcola il tuo bioritmo di oggi: intelligenza, sesso, emozioni

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}