• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.911 visite

Cosmetici maschili, ecco come regolarsi

Il boom del cosmetici maschili cambia la geografia dell’estetica e del gusto: guida alla scelta del prodotto migliore per la cura della pelle dell’uomo.

Chiamateli narcisi, vanesi, metrosexual ma il boom dei cosmetici maschili dimostra che gli uomini sono sempre più attenti alla cura della pelle. Il mercato che ruota attorno ai cosmetici maschili ha numeri enormi: solo 2 miliardi e 600 milioni di euro nel 2012 spesi in prodotti antirughe, antiborse, dopo barba e via elencando.

Ma i cosmetici maschili sono tutti uguali? Ed è vero che l’uomo rude non ha bisogno di curare troppo la pelle?

 

 

Gli errori da non fare
A quelli che neanche sapevano che esistessero prodotti studiati appositamente per l’uomo, dobbiamo una spiegazione: usare quelli pensati per la donna, approfittando magari delle creme della moglie o della fidanzata, sarebbe un errore grossolano. È una questione di ormoni: la cute maschile è in genere più resistente e tonica perché ha uno spessore maggiore e più ghiandole sebacee che garantiscono maggiore protezione, mentre quella femminile è più delicata e sottile.

 

 

Sai come idratare bene la pelle? Scoprilo con IL TEST

 

 

Le caratteristiche dei cosmetici maschili
Prima di passare all’esame dei prodotti maschili, vale la pena di chiarire quali sono le caratteristiche che devono avere:

a) effetto opacizzante;
b) texture leggere;
c) oil free.

 

 

I dopobarba
È bene usare un fluido idratante per lenire eventuali rossori. In caso di taglietti o irritazioni è utile un gel con estratto di aloe che ha un effetto dcatrizzantee rinfrescante.
Durante tutto l’anno sono perfetti i cosmetici in crema o gel acquoso “tre in uno”, cioè quelli che agiscono da emolliente, dopobarba e protezione solare.
Per idratare in profondità si può scegliere un prodotto che contenga glucosamina e acido ialuronico a basso peso molecolare, principi attivi che migliorano l’elasticità e ìlturgore della pelle e che ripristinano il film idrolipidico dopo la rasatura.

 

Leggi anche: Cosmetici falsi? Come scoprire quelli dannosi

 

I prodotti per le borse e il contorno occhi
Dai 30 anni, quando il viso comincia a essere più stanco, si possono aggiungere alla routine quotidiana prodotti specifici per iI contorno occhi e le borse, generalmente ricchi di caffeina e ginseng a effetto energizzante: di solito sono in confezioni roll-on, facili da applicare mattina e sera.

 

 

Gli antirughe
Superati i 40 anni è il momento di introdurre un antirughe, sotto forma di siero o dicrema più concentrata con effetto emolliente: la pelle dell’uomo è soggetta a un invecchiamento ritardato, ma più brusco rispetto a quello della donna.
I principi attivi antiage più indicati sono:

  • il retinolo e altri derivati della vitamina A, in grado di accelerare il ricambio cellulare;
  • le alghe marine, che contengono sali minerali e clorofilla dal potere rivitalizzante;
  • i polifenoli, come il resveratrolo e i flavonoidi, che svolgono un’azione antiossidante.

Questi composti si trovano in commercio sotto forma di creme e anche di integratori da assumere per via orale, come pure le vitamine E, C e il magnesio supremo, che haun effetto riequilibrante generale.

 

Leggi anche: Cosmetici, come scorire dalle etichette  i componenti che fanno male

 

Le creme per il corpo
I principi attivi più idratanti ed efficaci sono, come per il viso, glucosamina e acido ialuronico, ma anche il burro di karité, che ha proprietà emollienti. Attenzione però, perché le concentrazìonì degli ingredienti si differenziano a seconda delle zone da trattare: usare una crema viso sul corpo o viceversa non è una buona idea. Sì agli oli superidratanti di origine vegetale, come quello di lino, da spalmare dopo la doccia quando la pelle è ancora umida.

 

 

I prodotti per la protezione solare
Poi ci sono gli autoabbronzanti: non fanno male perché agiscono a livello superficiale, ossidando la cheratina della pelle che si colora; ma per stimolare la melanina c’è bisogno di altro, come integratori e creme a base di tìrosìna e betacarotene.
D’estate, comunque, bisogna sempre usare una crema solare e d’inverno è meglio scegliere prodotti che contengano un fattore di protezione.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}