• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.474 visite

Coppia duratura? Niente sesso prima delle nozze

Il sesso prematrimoniale può avere degli effetti negativi sulla qualità della relazione

Il sesso ai primi appuntamenti  non giova alla relazione di coppia se desiderate che questa si trasformi in qualche cosa di più duraturo. Insomma se puntate al matrimonio meglio attendere, come spiega uno studio della Cornell University pubblicato sul “Journal of Marriage and Family”.

 

Leggi anche: Il matrimonio uccide il sesso o no?

 

La ricerca


Nell’eterna ricerca della ricetta vincente per far durare una relazione si sono alternati nel tempo psicologi, sessuologi e religiosi.

Questa è la volta della scienza che prende in esame 600 coppie. Si è così visto che in 1 caso su 3 per entrambi i sessi il rapporto sessuale c´è stato nel primo mese, mentre il 28% ha aspettato più di 6 mesi.

E i punteggi dati sulla qualità della relazione, impegno, intimità e soddisfazione sessuale sono stati tutti migliori per le donne che avevano aspettato almeno un mese prima di fare sesso.

Risultato simile per gli uomini, ma con differenze minori. Questo probabilmente perché le donne sono più sensibili alla qualità della relazione rispetto agli uomini.

“Il sesso prematrimoniale” dicono gli autori  “può avere degli effetti negativi sulla qualità della relazione. Il corteggiamento dà tempo di capire e decidere, valutare la compatibilità e costruire un´intimità fisica ed emotiva”.

 

Leggi anche: Coppia, come prevedere se il matrimonio durerà

 

 

La convivenza rafforza anche la soddisfazione sessuale


Che una relazione stabile faccia bene anche al sesso è il risultato di un sondaggio condotto dall´associazione Donne e Qualità della Vita, su un campione di 1200 donne italiane di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sposate o conviventi, secondo il quale il matrimonio (ma anche la convivenza) fa bene al sesso, lo stimola, lo rivitalizza, fa riscoprire alla donna il piacere sotto le lenzuola.

L´80% del campione esaminato dichiara che la propria vita sessuale è nettamente migliorata dopo il matrimonio, o con la convivenza, grazie a una complicità e a un´intesa costruita nel corso del tempo, oltre che a un miglior dialogo con il partner.

Quanto ai rapporti a lungo termine e la vita di coppia, il 63% non disdegna la promiscuità sessuale prima del fatidico “sì”, ma dichiara indispensabili lealtà e fedeltà nei confronti del marito/compagno.

Archiviato il periodo della sperimentazione, è all´interno di un´unione stabile che ci si dedica alla scoperta del piacere, dell´intimità e della complicità che solo un rapporto duraturo può garantire.

 

Siete una coppia perfetta? Scoprilo con IL TEST

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}