• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.755 visite

Meteoropatia: come stai quando cambia il tempo?

Meteoropatia: dal mal di testa agli sbalzi d’umore, dai problemi digestivi all’aumento dell’appetito, tutti rimedi per combattere il mal di meteo.

Se soffrite di meteoropatia potete riconoscerne i sintomi già dal primo mattino. Vi svegliate aprendo gli occhi a fatica, vi alzate stiracchiandovi nervosamente, vi infilate sotto la doccia ciondolando senza rimedio: oggi la giornata parte male. Un’occhiata fuori dalla finestra e la diagnosi è presto fatta: la colpa è del tempo che cambia. Arriva l’autunno.

 

Leggi anche: Meteo pazzo? E il benessere vacilla

 

Cosa sono le meteoropatie?

Disturbi correlati al clima e alle sue variazioni: possono essere primitivi, cioè insorgere direttamente in rapporto all’intervento di questi fattori, oppure sussistere già ed aggravarsi (o migliorare) sotto la loro influenza.

Di solito nel primo caso i disturbi scompaiono col cessare o lo stabilizzarsi dell’evento climatico, mentre nel secondo caso persistono per un certo tempo dopo la loro regressione. Il disturbo può essere classificato in rapporto al particolare fattore climatico che lo determina: pressione atmosferica, temperatura, venti, umidità, irradiazione, ionizzazione, campo magnetico, potenziale elettrico. Le influenze del clima si fanno generalmente risentire soprattutto nella sfera delle malattie reumatiche, delle patologie gastriche e delle turbe nervose.

 

Leggi anche: Soffri per il meteo?  La cura è nel… cristallo. Ecco perchè.

 

Quanti  italiani soffrono il meteo

“A risentire delle variazioni meteorologiche è circa il 25% della popolazione italiana, in particolare i giovani sotto i quindici anni e gli ultracinquantenni. C’è chi soffre ai cambi di stagione e chi per una sola giornata di pioggia”, spiega il professor Giampiero Maracchi, direttore dell’Istituto di Biometeorologia del Cnr di Firenze.

Il disagio, avvertito con uno o due giorni di anticipo rispetto al mutamento climatico, non è solo fisico: più che con la spalla che duole o il ginocchio che traballa, i meteoropatici devono fare i conti con sbalzi di umore, stress, attacchi di panico, perdita di concentrazione.

C’è chi, se arriva il temporale, accusa mal di testa, affaticamento, insonnia e nervosismo e chi, con la nuova stagione, lamenta anche problemi digestivi, diminuzione del desiderio sessuale, aumento incontrollato dell’appetito. Attenzione però a non considerare la meteoropatia una manifestazione patologica da curare ricorrendo ai farmaci.

 

Leggi anche: Vincere l’insonnia? 17 regole definitive

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}