• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

688 visite

Come si previene l’influenza

L´andamento stagionale dell´influenza è tenuto sotto controllo attraverso uno speciale sistema di sorveglianza epidemiologica. Si tratta di una rete di medici sentinella che copre tutto il territorio nazionale, denominata Influnet: attiva dal 1999, è coordinata dal Ministero della Salute e gestita direttamente dalle Regioni e dalle Province autonome. La popolazione di assistiti dai medici sentinella è rappresentativa di tutto il territorio italiano. Nel periodo compreso tra la 42° settimana dell´anno fino all´ultima settimana di aprile dell´anno successivo, i medici di Influnet inviano settimanalmente le segnalazioni di eventuali casi di ILI (Influenza Like Syndrome) – vale a dire quei casi che presentano sintomi simili all´influenza, senza esserlo – all´Istituto di Sanità e al Centro interuniversitario di ricerca sull´influenza (Ciri). Queste strutture, a loro volta, trasmettono tutti i dati al Ministero della Salute.

La rete Influnet serve a monitorare la frequenza dei casi di sindrome influenzale, stimare i tassi di incidenza nel tempo e nello spazio e disporre, in eventuali situazioni di emergenza pandemica, di una rete di medici sentinella capaci di fronteggiare il problema.

Per verificare, nei periodi interpandemici, la circolazione dei diversi ceppi di virus influenzali, è attivo in Italia anche un sistema di sorveglianza virologica. Permette di identificare la settimana di inizio e il periodo di massima circolazione virale, e fornisce agli organismi internazionali (l´Organizzazione mondiale della Sanità e l´Agenzia europea del farmaco) dati utili all´aggiornamento della composizione del vaccino.

La sorveglianza virologica è coordinata dal Centro nazionale dell´influenza, attivo presso il reparto "Malattie virali e vaccini inattivati" dell´Istituto superiore di Sanità, in collaborazione con una rete di laboratori regionali che provvedono alla raccolta dei campioni e all´identificazione dei virus.
Tutta l´attività di sorveglianza dell´influenza viene condotta nell´ambito del programma mondiale dell´Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) e della Rete di sorveglianza europea (Eiss).

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}