• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.332 visite

Come imparare a chiedere scusa senza perdere la faccia

La scienza ha studiato i 3 tipi di soggetti che hanno difficoltà a scusarsi quando sbagliato ed ha individuato i migliori consigli utili. Eccoli.

Chiedere scusa quando abbiamo scagliato è il modo migliore per ricominciare una relazione  di amicizia o di lavoro azzerando le scorie di una frizione appena avvenuta.

Ma non tutti e non sempre sanno , possono, voglio chiedere scusa: per motivo di orgoglio, di carattere, ti timidezza di educazione.

La psicologia ha studiato il fenomeno ed individuato  almeno tre tipologie di cause che impediscono di scusarsi con il prossimo. Eccole:

  • GLI IMPEDITI – Certe persone non riescono a scusarsi. Come se fosse più forte di loro, ma le scuse non le fanno mai, anche quando ci sarebbe più di una ragione per farlo. Il motivo fondamentale di questa inflessibilità? Quasi sempre la presunzione: molto spesso, infatti, si tratta di persone orgogliose, secondo le quali è normale esercitare il proprio potere sugli altri. Anche a costo di incorrere in qualche errore che necessiterebbe, va da sé, una scusa.
  • I MALEDUCATI – C’è un’altra categoria di persone assai riluttante alle scuse: è fatta di trentenni e quarantenni, che tengono comportamenti maleducati nei confronti degli altri: hanno a mente solo le proprie esigenze e si ritengono sempre al di sopra di tutto, sempre “innocenti”, insomma.
  • I TIMIDI – Infine ci sono quelli che non si scusano per timidezza: capiscono quando sbagliano, ma non hanno il coraggio di affrontare un confronto, di sostenere una discussione con l’altra persona.

Chi si occupa professionalmente di questi problemi di relazione sono gli psicologi e gli psicoterapeuti. Dalle loro analisiemertgono le vere cause della difficoltà a chiedere scusa.

 

Leggi anche : La psicoterapeuta: Ecco perchè è così difficile chiedere scusa

 

Come imparare a chiedere scusa

Gli irriducibili che non chiedono scusa proprio mai farebbero bene a riflettere almeno su questo punto: chiudersi in se stessi, facendo finta di nulla, appellandosi a una presunta superiorità o a un supposto orgoglio (quando il tutto non è soltanto maleducazione), è quanto di più sbagliato si possa fare nell’era della comunicazione, degli Sms, delle chat e dei social network come Facebook.

Comunicare con gli altri è fondamentale, in qualunque modo lo si faccia.

Proprio tutti gli strumenti che la tecnologia mette oggi a disposizione, tra l’altro, consentono di superare anche un eventuale blocco psicologico dovuto all’imbarazzo: le scuse migliori si fanno di persona, a voce; ma se proprio non si riesce a vincere la timidezza, anche un Sms o un’e-mail possono andar bene.

 

Leggi anche: 7 modi per stringere la mano

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}