• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.829 visite

Addio macho. Ecco l’identikit del nuovo sex symbol italiano

Un grande studio tratteggia il profilo dell’uomo italiano: ecco i caratteri che tramontano e quelli che valgono di più nel lavoro, nella coppia, nella vita.

 

……………soddisfatti del proprio livello di autostima, interpretandola più come un fattore positivo che, rafforzando il proprio io, li rende in grado di superare momenti di frustrazione sia professionale che affettiva.

Attenzione, però, alla cosiddetta età della crisi, ovvero i maschi tra i 45 e i 54 anni, che anche in tema di autostima manifestano insicurezza e malessere”.

 

Leggi anche: Il tuo partner è immaturo? Ecco che fare

 

I fattori che incidono di più

Interrogati su quali siano gli elementi più importanti che formano l’autostima maschile, gli Italiani hanno privilegiato i fattori interni rispetto a quelli esterni.

Primo tra tutti la realizzazione dei propri obiettivi, seguito dall’equilibrio tra sé e il mondo esterno, la conoscenza di sé, l’accettazione dei propri limiti e il carattere personale. Tra gli elementi esterni spiccano, invece, i rapporti interpersonali, i successi/insuccessi e il confronto con gli altri.

Mentre, a proposito dell’autostima in rapporto al mondo esterno, gli aspetti che incidono maggiormente sul livello di autostima maschile sono: la famiglia, il benessere psicofisico, il lavoro, la relazione sentimentale, le relazioni sociali. Fanalini di coda, invece, il benessere economico e il sesso.

 

 

I rapporti di coppia

Nel rapporto di coppia l’autostima si pone come un elemento che stabilizza la relazione, mentre se è assente rischia fortemente di comprometterla. Quando l’autostima maschile è intatta si ha la possibilità quindi di fronteggiare le situazioni, ovvero di opporsi ad esse con una proposta di cambiamento, con una soluzione. Quando, invece, l´autostima non è sufficientemente strutturata attorno ad una percezione positiva del sé, emergono una serie di dinamiche di natura difensiva.

Non a caso il 92% degli uomini italiani con una relazione di coppia stabile ha un elevato livello di autostima, contro l’81% di chi invece non ha una relazione. In questo senso sembra che la relazione di coppia aiuti a mantenere alta la propria autostima ma non concorre alla sua creazione.

 

Leggi : Il partner ipercritico fa bene alla coppia

 

Un’alta autostima maschile stabilizza la coppia e crea un terreno sul quale è possibile confrontarsi. E la stabilità di coppia si traduce in complicità, comprensione e gestione condivisa delle diverse problematiche sessuali che il tempo può sottoporre.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}