• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

13.333 visite

Misurare la pressione: come fare da soli e scoprire l’ipertensione

Ecco i valori della pressione che ci svelano se è troppo alta, bassa o normale

Gran parte degli italiani ricorrono al medico di famiglia per misurare la pressione. Ma da diverso tempo, ormai, è prassi tentare il fai-da-te: i misuratori si trovano in farmacia e permettono di risparmiare tempo, restando comodamente in casa.

Non solo, c’è un altro vantaggio: spesso la pressione misurata tra le pareti domestiche consente di ottenere valori più significativi proprio perché il soggetto è meno stressato in un ambiente a lui familiare.

 

 

Come misurare allora la pressione da soli?

Con gli sfigmomanometri, che possono essere quelli classici al mercurio (per intenderci quelli con il bracciale che si gonfia), e quelli da polso automatici, altrettanto validi e più facili da usare.
Se misuriamo la pressione da soli, però, dobbiamo tenere a mente cinque regole fondamentali:
al mattino rilassatevi e circa mezz´ora dopo il risveglio o, comunque, prima di colazione eseguite due misurazioni a distanza di due minuti l´una dall´altra. Fatene una terza se le prime due differiscono molto;
alla sera prima di procedere alla misurazione della pressione attendete circa un´ora dopo essere tornati a casa dal lavoro. Eseguite due misurazioni ed eventualmente la terza come al mattino;
prima della misurazione rimanete seduti per qualche minuto;
non è necessario misurare la pressione tutti i giorni . E´ sufficiente una o due volte alla settimana;
tenete un diario sul quale annoterete i valori pressori, la data, l´ora della misurazione, i farmaci ipertensivi assunti e le situazioni particolari che possono condizionare la misurazione.

 

Leggi anche: Pressione alta: ecco perchè a 50 anni è pericolosa

 

Ma qual è il valore ottimale della pressione?

La pressione arteriosa è normale quando il valore sistolico è inferiore a 140 mmHg e quello diastolico inferiore a 90 mmHg. Ideali per la salute sono però valori inferiori a 130/85 mmHg. «mm Hg» significa «millimetri della colonnina di mercurio», l’unità di misura dei valori pressori.
Gli specialisti suddividono i valori pressori normali nelle seguenti categorie:

VALORE SISTOLICO

  • Pressione ottimale inferiore a 80 mmHg
  • Pressione normale da 120 mmHg a 129 129 mmHg
  • Pressione normale alta da 130 mmHg a 139 mmHg

VALORE DIASTOLICO

  • Pressione ottimale inferiore a 80 mmHg
  • Pressione normale da 80 mmHg a 84 mmHg
  • Pressione normale alta da 85 mmHg a 89 mmHg

 

Leggi anche: La pressione alta si combatte e si vince a tavola. Ecco come si fa

 

Quando la pressione  può dirsi alta?….( segue)

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}