• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.593 visite

Memoria visiva: come aumentarla con una semplice occhiata

Scoperta una proteina capace di incrementare enormemente l’abilità di ricordare oggetti o luoghi visti anche una sola volta. Diventerà un farmaco?

A cosa serve la memoria visiva perfetta

Aumentando la stessa proteina nel cervello umano, le conseguenze sarebbero incredibili: gli scienziati spagnoli si limitano a parlare di un “potenziale metodo per migliorare la memoria”, ma si tratta di un eufemismo.

La circostanza più affascinante sta che la proteina influisce soltanto sulla memoria visiva: questo significa che sarebbe perfetta, per esempio, per eseguire mappature e descrizioni dei luoghi molto accurate.

Il massimo, dunque, per figure professionali come architetti e ingegneri, che hanno sempre bisogno di tenere a mente una grande quantità di immagini in una volta sola.

 

 

Come utilizzare la super-memoria visiva

Si tratterebbe comunque di applicazioni prive di risvolti delicati e misteriosi, come invece potrebbero essere quelli collegati al lavoro di investigatori e spie: ancora non è chiaro se questa proteina migliori così tanto anche la capacità di tenere a mente le parole di un testo scritto (pensiamo a quei documenti di vitale importanza che uno 007 potrebbe memorizzare) o se aiuterebbe a ricordare soltanto l’aspetto complessivo della pagina.

 

Controindicazioni di un farmaco che sintetizzasse chimicamente questa proteina? Gli esperti non ne vedono di particolarmente serie. Tranne forse quella collegata al trauma che potrebbe provocare su una persona il fatto di non poter dimenticare mai quello che vedi anche solo una volta. Cosa che, se si trattasse di una visione traumatica, renderebbe perenne un brutto ricordo che si vorrebbe affondare nell’oblio.

 

Leggi:Vuoto di memoria: ” cosa ti volevo dire?”

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}