• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

527 visite

Come ringiovanire low cost usando il “cervello”

Per tutti quelli che vogliono ringiovanire senza ricorrere ai farmaci, alla chirurgia estetica ed alle diavolerie promesse dalla cosmesi e dalla nutrizione, c’è un modo semplice e low cost alla portata di tutti noi e sta nel cervello.

Lo ha scoperto Francesco Pagnini, uno dei tanti cervelli emigrati all’estero dove lavora con la psicologa Hellen Langer, docente alla Harvard University.

E proprio lui, che è uno dei cervelli fuggiti all’estero, ha trovato che la soluzione sta proprio li , nella testa, ovvero nel cervello umano che ha la capacità di produrre reazioni chimiche tali da arrestare il processo di invecchiamento.

Di che si tratta? Di una sorta di effetto placebo che, però, nei laboratori sta dando evidenza scientifica di riuscire a fermare le lancette dell’invecchiamento, facendole addirittura tornare indietro.

 

Leggi anche: A che età il cervello perde colpi? Ecco la risposta che  non ti aspetti

 

Come funziona il cervello di fronte all’età

La frase chiave che spiega un po’ tutto l’ha coniata proprio la Langer: Non smetti di giocare a tennis perchè invecchi, ma invecchi perchè smetti di giocare a tennis”. E qui è racchiuso il segreto di tutto. Nel senso che la biologia – dice Pagnini -. spiega certamente molto del processo di invecchiamento, ma non basta a spiegare tutto”.

Pagnini spiega che la società associa alla condizione dell’anziano tutta una serie di steerotipi abbastanza consolidati; e cioè l’indebolimento fisico, il rallentamento cognitivo, la perdita di memoria, la vulnerabilità di fronte a certe malattie. Ma da circa una ventina d’anni la scienza ha accertato che questi stereotipi sociali non sono soltanto una fotografia passiva di quello che succede, ma hanno anche un ruolo nel determinare il modo in cui invecchiamo.

In altre parole, gli studi effettuati dimostrano che una buona parte degli effetti che attribuiamo all’invecchiamento dipendono dall’aspettativa che abbiamo di realizzare lo stereotipo. E’ quella che si chiama la profezia che si auto-avvera ben nota nei meccanismo della finanza.

Se cioè ci convinciamo dai giornali dalla tv, dalla pubblicità o parlando con gli amici che generalmente alla nostra età la memoria fa cilecca o il fiato diventa corto, cominceremo davvero a non ricordare le cose e ad avere il fiatone anche se non è del tutto vero o più di quanto sarebbe naturale, proprio perchè il nostro cervello si è orientato a crederci, anche se in realtà abbiamo ancora un’ottima memoria e possiamo fare le scale a piedi quasi senza fatica.

 

Leggi anche: Come ringiovanire di 12 anni facendo sesso

 

………..(segue)……….

 

 

Tag:
Bruno Costi
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}