• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.005 visite

Come favorire la salute dei figli

La salute ha un ruolo importante nello sviluppo del bambino

Come favorire la salute dei figli

Fra le molte cose che aiutano vostro figlio ad arrivare all’autorealizzazione, la salute è la più importante, perché consente di affrontare i problemi con maggiore energia. Ne discende, pertanto, che il fatto di non avere gravi difetti fisici, che costituiscono un handicap per un bambino in tutto ciò che tenta di fare, è già un enorme vantaggio. Molti di noi danno per scontata la salute dei loro figli, ma non si deve dimenticare che essa ha un ruolo straordinariamente importante nel loro sviluppo: ce ne accorgiamo osservando gli effetti deleteri di una cattiva salute. Mentre le normali malattie infantili lasciano di rado una traccia permanente sulla crescita e sullo sviluppo, una malattia lunga e grave può incidere pesantemente su questo processo, se coincide con un periodo di accrescimento rapido. Durante la malattia, i bambini sono inattivi e i muscoli possono perdere parte del loro tono, affaticandosi facilmente e ritardando temporaneamente lo sviluppo dell’organismo. La malattia rende quasi sempre irritabili i bambini, che diventano ansiosi e che possono avere scatti d’ira. La malattia e la convalescenza richiedono spesso una limitazione delle attività e per un bambino questa situazione è molto frustrante e può renderlo a volte insicuro di se sia come persona, sia in rapporto ai coetanei. Una malattia può costituire spesso il punto di partenza di problemi di adattamento, come la capricciosità nel mangiare e altre difficoltà comportamentali. Ciò avviene in particolare se un bambino è viziato: in questo caso egli può sviluppare atteggiamenti malsani circa la propria importanza. Un bambino può abituarsi talmente ad essere al centro dell’attenzione da diventare aggressivo e prepotente anche quando si è ripreso. Se questo comportamento persiste, è certo che esso influenzerà lo sviluppo in tutti i settori, ma soprattutto nei rapporti con gli altri. Le malattie croniche, come in particolare l’epilessia e il diabete, possono rappresentare un grave ostacolo per un bambino, soprattutto perché provocano instabilità psicologica e spesso forti emozioni negative, che necessitano da parte dei genitori di una particolare attenzione. Ciò può influire sullo sviluppo, in quanto causano una dipendenza emotiva dagli altri membri della famiglia. Alcune particolari situazioni fisiche, come la fatica e l’esaurimento, possono far si che vostro figlio diventi irritabile e litigioso, ciò che influirà sempre sulle sue reazioni verso le persone e su quelle degli altri nei suoi confronti. Anche la malnutrizione o la mancanza di una dieta equilibrata possono portare un basso livello di energia, che non solo ne condiziona le attività e gli stati d’animo, la curiosità e l’amore per l’avventura, ma anche l’energia, la resistenza e quindi il divertimento e l’apprendimento. Esse provocano anche timidezza, irritabilità, depressione e comportamenti antisociali. Fastidi fisici di minore importanza, come un eczema o un’altra forma di disturbo cutaneo, possono provocare irritazione fisica e ciò può portare a reazioni eccessive, all’incapacità di concentrarsi e alla mancanza di determinazione nel seguire un progetto o un compito fino in fondo.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}