• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

722 visite

Colpo di sonno? Gli 8 segnali che lo annunciano in anticipo

colpo-di-sonno

Pochi lo sanno ma il colpo di sonno è fra le cause più frequenti di incidenti stradali ( la prima è l’uso del telefonino)ma è causa della metà degli incidenti mortali.

Si tratta di una vera e propria emergenza nazionale,  che l’autostrada del Brennero, teatro di moltissimi incidenti, ha voluto indagare e quantificare conducendo una ricerca dalla quale emergono dati  sorprendenti:  il 22% degli incidenti stradali è dovuto a colpi di sonno, il 52% dei morti per incidenti stradali ha come causa il colpo di sonno e il rischio di incidenti stradali aumenta del 300% se dormiamo meno di 5 ore e del 400% in caso di sindrome delle Apnee da sonno.

 

Leggi anche: Apnee notturne, quando il sonno toglie il respiro

 

Come correre ai ripari?
I medici che hanno condotto la ricerca hanno individuato 8 segnali caratteristici che identificano la sonnolenza. A leggerli potreste considerarli banali e non meritevoli di una indagine, pensando che ognuno di noi è in grado autonomamente di capire se ha sonno e se è in grado di sopportare  guidando la sonnolenza e la stanchezza. Invece non è così, perchè, dicono i ricercatori,  tendiamo a sopravvalutare la nostra capacità di resistenza al sonno e tiriamo avanti nella convinzione che possiamo resistere.

Non solo, ma secondo i ricercatori, spesso non siamo in grado di percepire la  pericolosità della situazione preannunciata dai segnali di sonnolenza.

Per questo motivo vi indichiamo quali sono i segnali che indicano sonnolenza pericolosa quando siete alla guida e, se ne riscontrate più di 4, non dovete indugiare alla guida. Fermatevi e riposate anche solo 10 minuti. Potreste salvare la vita vostra e di chi è in auto con voi.

 

 

Disturbi del sonno, sei a rischio? Scoprilo con IL TEST

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}