• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.938 visite

Calcoli alla cistifellea, le complicanze e l’intervento

Dopo un attacco di colecistite acuta dovuto a calcoli, si possono manifestare alcune complicanze legate a questa patologia.

Dopo un attacco di colecistite acuta dovuto a calcoli, si possono manifestare alcune complicanze legate a questa patologia.  Della colecistite acuta abbiamo già detto precedentemente, mentre altri problemi potrebbero essere legati a:

  • pancreatite acuta. E’ un’infiammazione del pancreas. In questi casi anche se l’episodio di pancreatite è stato lieve, è opportuno ricorrere alla colicistectomia, cioè all’asportazione.
  • ittero ostruttivo. E’ dovuto alla formazione di un ostacolo al deflusso della bile dal fegato all’intestino, di solito a causa d un calcolo "impattato" nel coledoco. Per risolvere il problema bisogna ricorrere alla colecistectomia e quindi all’estrazione del calcolo bloccato nel coledoco.

L’intervento chirurgico
Se ci sono state coliche biliari o complicanze legate alla presenza dei calcoli (colecistite acuta, ittero ostruttivo, pancreatite acuta), si opta per l’intervento chirurgico.
La colecistectomia, in anestesia generale, può essere eseguita con la tecnica classica o, meglio, con quella laparoscopica, che si fa praticando tre o quattro piccoli tagli (di 0,5 -1 centimetro) nell’addome. Questo intervento richiederà una degenza in ospedale di due – tre giorni (contro gli 8-10 della tecnica ad addome aperto).

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}